Connect with us

News

Udinese cala il poker, Cioffi vede già granata: “Noi affamati, pensiamo alla Salernitana”

“Sono innamorato del Friuli, sto bene e sono felice. Non penso al prossimo anno: penso alla Salernitana”L’Udinese mette in cascina la terza vittoria consecutiva e si proietta già al futuro. Abbastanza prossimo, in realtà. Lo fa nel post partita di ieri Gabriele Cioffi, allenatore della formazione bianconera che sottolinea la grande prestazione imposta sull’Empoli (4-1)“Non è più e non è mai stata una questione di vincere o non vincere le partite, ma di accettare le sfide. Oggi la sfida era riconfermarsi in termini di volontà. Nel primo tempo non eravamo noi , siamo stati bravi a sporcargli le linee di passaggio, a rendere il loro possesso sterile, ma in fase propositiva siamo stati troppo frettolosi. Abbiamo dimostrato il nostro valore”. Si proietta già alla sfida contro Davide Nicola: “La partita è stata ottima. Siamo felici di fare questo tipo di calcio ma vogliamo goderci il momento, la Pasqua e poi la Salernitana. Il conto si fa alla fine”.

I granata affronteranno i friulani in un momento positivo, come sottolinea il tecnico: “Diciassettesimo gol in casa nel 2022? Le statistiche lasciano il tempo che trovano, dobbiamo goderci questo momento che finisce domattina e sapere che le statistiche si coltivano con l’approccio mentale, il lavoro, le idee, è un lavoro senza fine che comincia il primo giorno della settimana e finisce al fischio finale. Dalla partita col Milan a oggi non ho percepito flessioni mentali, magari solo fisica o di pulizia di gioco, ma non mentale. La squadra ha voglia, mentalmente non molla, la flessione fa parte dell’essere giocatori. Ho visto una squadra affamata, che ha saputo soffrire quando doveva. L’ingenuità di Isaac capita, è stata come un pugno a freddo. I nostri attaccanti vogliono il gol: la squadra è viva, tutti rispondono presente anche se li sposto di ruolo. Bravi tutti, voglio che sia la squadra di tutti”.

I bianconeri sono attualmente dodicesimi e vedono già la salvezza, avendo raggiunto la quota di ben 39 punti, ma Cioffi mantiene i piedi per terra alla vigilia della gara con la Salernitana: I risultati non cadono dal cielo, sono frutto del lavoro e del sacrificio. Mancano 7 partite alla fine, che significano 21 punti. Non ci mettiamo limiti, per farne 21 dobbiamo allenarci forte. O, almeno, per evitare di farne zero”.

L’assenza della gara contro la Salernitana sarà Pereyra“E’ stato vittima di un affaticamento muscolare che confidiamo rimanga tale. Non recupererà per mercoledì, ma abbiamo giocatori che possono sostituirlo più che degnamente”. Nel post gara alla Dacia Arena, Cioffi torna a parlare dei singoli: “Deulofeu non ha fatto ancora niente, e lui lo sa. In partita gli ho sussurrato parole dolci all’orecchio, ma dobbiamo concentrarci sulla squadra e non sul singolo. Lazar Samardzic è un giocatore in passato penalizzato che ha saputo soffrire allenandosi bene, sempre rispettoso, e che sta avendo le sue opportunità. Sono felice perché abbiamo guadagnato un giocatore in più. Pussetto è stato autore di un goal pesante quando abbiamo barcollato dopo il rigore”.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News