Connect with us

News

Tutino illude, poi il gol-beffa di De Luca: all’Arechi termina in parità

SALERNITANA-CHIEVO 1-1

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyombér, Mantovani; Casasola, Coulibaly (27′ st Schiavone), Di Tacchio (37′ st Dziczek), Capezzi (12′ st Kiyine), Jaroszynski; Tutino (37′ st Gondo), Djuric (37′ st Anderson). A disp: Adamonis, Aya, Sy, Veseli, Boultam, Cicerelli, Kristoffersen. All: Castori.

CHIEVO (4-4-2): Semper; Mogos, Leverbe, Rigione, Renzetti; Ciciretti (20′ st Canotto), Obi, Palmiero (31′ st Viviani), Garritano (37′ st Giaccherini); Margiotta (20′ st Djordjevic), De Luca (37′ st Bertagnoli). A disp: Seculin, Pavlev, Vaisanen, Cotali, Zuelli, Fabbro, Di Gaudio. All: Aglietti.

Arbitro: Sozza di Seregno (Schirru-Trincheri). IV uomo: Ros di Pordenone

Note: Marcatori: 23′ Tutino (S), 5′ st De Luca (C); Ammoniti: Coulibaly, Belec, Gyombér (S), Viviani (C); Angoli: 5-9; Recupero: 1′ pt, 3′ s


Secondo pareggio consecutivo per la Salernitana, fermata all’Arechi dal Chievo. I granata erano passati in vantaggio con Tutino, il cui gol mancava dal 21 dicembre, salvo poi essere raggiunti nella ripresa con il discusso gol di De Luca. Un pareggio che cambia poco in termini di classifica in virtù del pareggio del Cittadella a Brescia ed in attesa della sfida tra Monza ed Empoli.

LA PARTITA. Castori è a corto di esterni mancini e allora schiera Jaroszynski come quinto di centrocampo. In attacco si rivede Tutino al fianco di Djuric mentre in difesa viene confermato Bogdan con Gyomber e Mantovani. Dopo una iniziale fase di studio la partita comincia a regalare emozioni in sequenza. All’11 bella azione in verticale della Salernitana, Djuric apre per Casasola che di prima intenzione lascia partire un destro potente ma centrale, facilmente respinto da Semper. Pochi minuti dopo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Capezzi, Di Tacchio cerca il gol… di tacco ma trova la pronta risposta dell’estremo difensore clivense, bravo a coprire il palo. Il Chievo prova a pungere in ripartenza ma è la Salernitana a sbloccare il risultato. Ci riesce al 23’ quando Tutino, col piattone destro, batte Semper sfruttando a dovere un cross di Casasola ed il velo di Coulibaly dopo aver vinto il duello fisico con Leverbe. Tre minuti dopo gli ospiti hanno l’occasione di pareggiare con una punizione di Ciciretti respinta bene da Belec. La Salernitana si ripropone in attacco al 37’ quando Casasola lancia Tutino, l’atttaccante scuola Napoli si invola verso la porta seminando Rigione e accentrandosi ma c’è Leverbe che gli impedisce di calciare in porta da due passi. L’ultimo brivido del primo tempo è di marca gialloblu: Ciciretti cerca il gol del pari su punizione ma non trova lo specchio della porta.

Nella ripresa il Chievo parte forte e dopo cinque minuti trova il gol del pari: bella giocata di Garritano che fa tutto da solo sulla sinistra, tiro cross che finisce sul palo prima di trasformarsi in un assist d’oro per De Luca che la appoggia in rete. Belec era intervenuto sulla linea ma l’arbitro Sozza, affidandosi alla segnalazione dell’assistente Schirru di Nichelino, assegna il gol alla formazione clivense, suscitando le proteste dei granata ed in particolar modo del portiere sloveno, ammonito nella circostanza. La formazione ospite è in palla e si vede: al 14’ Ciciretti chiama nuovamente in causa Belec, questa volta il tiro è rasoterra ma facile da bloccare per il portiere granata. La Salernitana reagisce e va vicinissima al nuovo vantaggio: dopo sedici minuti di gioco nel corso della ripresa, cross perfetto di Casasola per la testa di Djuric, il bosniaco mira all’incrocio ma Semper è bravo a rifugiarsi in calcio d’angolo. Passano tre minuti e questa volta Casasola si ritrova il pallone tra i piedi da posizione invitante ma il suo diagonale si spegne sul fondo. La partita è viva ed al 24’ è il Chievo a sfiorare il gol con De Luca che spalle alla porta si gira cercando la doppietta ma la mira è da migliorare. Sull’azione successiva Kiyine lavora un buon pallone appoggiando per Di Tacchio il cui sinistro è potente ma troppo angolato. La risposta gialloblu è affidata a Garritano che in estirada prova a sfruttare una bella imbucata di Palmiero ma la conclusione è debole e viene facilmente neutralizzata da Belec. L’estremo difensore granata riesce a fermare anche Djordjevic intervenendo in uscita al 36’ e Canotto al 42’ su un insidioso tiro dalla sinistra. I cambi operati da Castori, che nel finale inserisce Dzciczek, Anderson e Gondo non bastano. All’Arehi Salernitana e Chievo si dividono la posta in palio e martedì c’è la trasferta di Pisa.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News