Connect with us

News

Scossa Bocalon: “Concorrenza positiva, posso dire la mia. Non c’era fallo su Lucioni”

Il suo ingresso ha dato vivacità ad un attacco fino a quel momento piatto. Riccardo Bocalon ha messo il suo zampino sul prezioso pari strappato dalla Salernitana al Via del Mare di Lecce. Un gol ed un altro propiziato con astuzia e malizia. “Sapevamo che era una partita difficile – ha spiegato l’ex Venezia nel post gara ai microfoni di Dazn – Sono le prime gare ed abbiamo tanti ragazzi nuovi, può starci. Dobbiamo essere compatti come oggi, chi entra deve dare una mano ai compagni. Solo così si posso ottenere risultati. Non era facile recuperare per due volte lo svantaggio. Siamo stati timorosi nel primo tempo, il gol a freddo ha messo la gara in salita. Siamo stati bravi a raddrizzarla, ora abbiamo la sosta per cercare di sistemare alcune cose”.

Bocalon critica le condizioni del campo e replica a Lucioni: “Ha protestato per una mia spinta? Ne prendo tante io e non m sono mai lamentato. Ho preso posizione usando gomiti e corpo, la stessa cosa ha fatto lui. Sono contatti di gioco, l’arbitro ha valutato bene. I contrasti, soprattutto in Serie B, sono all’ordine del giorno. Il campo era brutto, ma per entrambe le squadre. E’ stato un handicap soprattutto per il fraseggio, abbiamo impostato la partita in maniera diversa forzando di più la palla lunga”.

Seconda panchina consecutiva per Bocalon che ora si candida con forza ad una maglia da titolare: “Siamo sei attaccanti molto forti. La squadra è stata allestita per tutte le evenienze, chi entra deve farsi trovare pronto. Il mio obiettivo è migliorare la stagione precedente, con umiltà e consapevolezza delle mie caratteristiche. Non temo nessuno, ho ammirazione per tutti ma conosci i miei punti di forza ed i miei punti deboli. Cerco di lavorare su quelli per migliorarmi, conscio di poter dare il mio contributo alla squadra. Non so se giocherò titolare col Padova, c’è molta competitività, ma sono contento di essere rimasto. Se l’affronti con la testa giusta, la concorrenza può solo far bene. Sono rimasto a Salerno perché lo volevo. Io ho rifiutato alcune offerte, altrettanto ha fatto la società rispedendo indietro la proposta del Venezia. Voglio arrivare più in alto possibile con questa maglia, so che mi darà grande soddisfazione. Abbiamo una tifoseria da A, dobbiamo essere bravi ed umili a cullare un sogno”.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News