Connect with us

Serie B

Sciopero calciatori, lunedì assemblea Aic-rappresentanti squadre Serie B: rischio concreto

MILANO. Si parla di mercato, contratti, trasferimenti all’hotel Melià ma tra i temi caldi c’è anche la minaccia di sciopero dei calciatori fatta dall’Aic nei giorni scorsi per protestare contro la riduzione dell’organico della Serie B a 19 squadra. Nei saloni del noto albergo milanese ci sono alcuni dirigenti tesi, altri meno. Tra questi, anche il ds della Salernitana, Fabiani, che non sembra essere particolarmente preoccupato e pare fiducioso sul rientro della questione. Anche i procuratori – che si sono riuniti in riunione nel primo pomeriggio – non nascondono qualche malumore.

Lunedì è in programma un incontro dei rappresentanti dei calciatori della Serie B con i vertici dell’Assocalciatori, presieduta da Damiano Tommasi, per stabilire il da farsi. Nel caso in cui venisse proclamato lo stato d’agitazione, lo sciopero sarebbe immediata conseguenza. E la prima giornata di B salterebbe con rinvio a data da destinarsi. Diverso il discorso per la Serie C, che non ha neppure formulato i gironi perchè rimasta con organico vacante (59 club) per effetto della riforma in cadetteria. In terza serie soltanto il 22 agosto si conosceranno gli organici, l’inizio del torneo è slittato a metà settembre.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B