Connect with us

News

Avallone tra ritiro e le 51 candeline: il team manager unico dirigente granata a Sarnano

È stato un giorno speciale per Salvatore Avallone che ha festeggiato il compleanno in ritiro a Sarnano. Il salernitanissimo team manager spegne 51 candeline e sarà anche in questa stagione il principale riferimento per i calciatori che formeranno la rosa granata nella stagione 2020/2021. A Sarnano rappresenta attualmente l’unico dirigente presente. In questa prima settimana sotto le cime dei monti Sibillini, infatti, non è arrivato nessun altro rappresentante del club granata.

Il ds Fabiani, il suo principale collaboratore Bianchi, i co-patron Lotito e Mezzaroma: nessuno dei quattro si è visto nelle Marche, neppure per l’amichevole di ieri contro la Fermana. Raramente era accaduto di vedere la Salernitana così sola in ritiro, con blitz e visite dei dirigenti o dei comproprietari che negli altri anni non mancavano a cadenza settimanale. Oltre che in silenzio, insomma, la società resta nascosta, occupata da trattative di mercato per assicurare a Castori rinforzi adeguati (la squadra si è evidentemente e indiscutibilmente indebolita rispetto allo scorso campionato). La sensazione, però, è che anche l’influenza dell’aria pesantissima che si respira negli ambienti – reali e virtuali – degli appassionati granata abbia fatto battere momentaneamente in ritirata la società da qualsiasi esposizione mediatica e non solo.

Nei sette giorni appena trascorsi, quindi, Salvatore Avallone è stato una sorta di “deus ex machina”, visto che ha dovuto occuparsi un po’ di tutti gli aspetti del romitaggio estivo, ponendosi come riferimento sul post anche con la Media Sport Events (la società organizzatrice del ritiro) e con l’amministrazione comunale di Sarnano. Forse il momento più difficile da quando è in granata per lui. Quella di quest’anno sarà la sua settima stagione alla Salernitana da quando è ritornato a lavorare per la squadra della sua città natale nell’annata 2014/2015, che coincise con la promozione dalla Lega Pro alla Serie B. In precedenza, Avallone aveva rivestito lo stesso incarico anche sotto la presidenza Lombardi, ottenendo sempre il salto di categoria dalla terza alla seconda serie nel 2008 e una salvezza al primo anno di cadetteria. In quell’anno sulla panchina della Salernitana si è accomodato – per due brevi porzioni di stagione – anche mister Castori.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News