Connect with us

News

Salernitana a caccia di riscatto con la Dea: Ribery titolare per tentare la svolta

SALERNITANA-ATALANTA (STADIO ARECHI – ORE 20.45)

SALERNITANA (3-41-2): Belec; Gyomber, Strandberg, Gagliolo; Kechrida, M. Coulibaly, Di Tacchio, Ranieri; Ribery; Bonazzoli, Djuric. A disposizione: Fiorillo, Jaroszynski, Schiavone, Gondo, L. Coulibaly, Kastanos, Zortea, Obi, Bogdan, Simy, Delli Carri, Vergani. Allenatore: F. Castori.

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Toloi, Demiral, Djimsiti; Maehle, Freuler, Koopmeiners, Gosens; Pessina; Malinovskyi, Zapata. A disposizione: Rossi, Sportiello, Palomino, Pezzella, Miranchuk, Lovato, Ilicic, Zappacosta, Pasalic, Piccoli. Allenatore: G. Gasperini.

Arbitro: Valeri di Roma (Giallatini – Dei Giudici). IV Uomo: Fourneau Di Roma. Var: Di Bello di Brindisi (Pagliardini)

Diretta: Dazn


Allo stadio Arechi arriva l’Atalanta per una partita che deve avere già il sapore del riscatto. Dopo le sconfitte con Bologna, Roma e Torino, la Salernitana di Fabrizio Castori è attesa da tre impegni in otto giorni. Un trittico di match che inizierà questa sera con la sfida all’Atalanta di Gian Piero Gasperini, reduce dal pareggio in Champions League sul campo del Villareal e dalla sconfitta interna con la Fiorentina. Un appuntamento ostico ed impegnativo, ma da affrontare con l’approccio giusto dopo la prova incolore offerta a Torino domenica scorsa. Castori apporterà qualche modifica all’undici titolare, e non solo per l’assenza di Matteo Ruggeri, ex di turno infortunatosi nel primo tempo della trasferta in terra piemontese.

Le scelte

Dal 3-5-2 al 3-4-1-2: dovrebbe essere questo lo spartito tattico con cui scenderà in campo la Salernitana. Davanti a Belec, ancora spazio al terzetto di difensori centrali composto da Gyomber, Strandberg e Gagliolo, quest’ultimo chiamato a riscattare la negativa prestazione di Torino. Sulla corsia di destra spazio ancora a Kechrida, mentre sul versante opposto sarà Ranieri a sostituire Ruggeri. Al centro dovrebbero esserci Mamadou Coulibaly e Di Tacchio, i quali avranno il compito di tamponare la velocità degli avversari nella zona nevralgica del campo. Qualche metro più avanti spazio a Franck Ribery, pronto al debutto da titolare con la maglia granata e alla sua prima apparizione tra le mura amiche. Il francese dovrà conferire qualità ed imprevedibilità alla manovra d’attacco, sostenendo la coppia composta da Djuric e Bonazzoli. Gli ospiti risponderanno col solito 4-3-1-2: in attacco spazio a Malinovskyi e Zapata, con alle spalle il campione d’Europa, Pessina. Davanti a Musso agiranno Toloi, Demiral e Djimsiti, mentre in mediana bisognerà fare attenzione alla qualità dei vari Freuler, Koopmeiners e Gosens.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News