Connect with us

News

Rosina al passo d’addio. Pressing della Reggina, ma non solo: i dettagli

Potrebbe concludersi anzitempo l’avventura di Alessandro Rosina in maglia granata. Il fantasista calabrese ha ancora un anno di contratto con l’Ippocampo ed è pronto a rispettare il vincolo, ma il suo futuro alla Salernitana sembra essere giunto al passo d’addio. Nelle ultime tre gare, firmate dalla gestione Menichini, l’ex Torino e Zenit è sceso in campo solamente per otto minuti a Pescara, dunque, non calcando il campo nel corso del vittorioso playout disputato contro il Venezia.  Al giocatore le offerte non mancano: potrebbe scegliere tra la voglia di sentirsi importante in un progetto di altrettanto spessore (Reggina) o il riavvicinarsi alla sua famiglia, da tempo stabilitasi a Torino, città dove, con la maglia granata dello storico club piemontese, ha ottenuto tanti successi.

CAPITOLO REGGINA – Il pressing degli amaranto risale già dallo scorso dicembre quando la trattativa venne interrotta sul più bello per la scelta del calciatore di rimanere a Salerno e, dunque, di non trasferirsi a stagione inoltrata. L’ambiziosa compagine calabrese potrebbe presto ritornare alla carica, con il patron Gallo molto interessato dalle gesta del calciatore nativo di Belvedere Marittimo che gestisce una scuola calcio di prestigio proprio in terra calabrese che, nel recente periodo, ha fornito diversi giovani giocatori a tante realtà affermate del calcio italiano.

ALTRE DESTINAZIONI – Non è un mistero che la famiglia di Rosina sia radicata in terra piemontese. Al punto che, durante la stagione, il calciatore si sia messo al pari dei compagni dopo un’estate complicata – con tanto di valzer nella lista over – presso il Medical Lab di Torino sotto il vigile occhio di Cristiano Cugusi, massofisioterapista, direttore responsabile dell’area fisioterapica del centro medico sportivo piemontese. All’età di 35 anni e, con tanta esperienza alle proprie spalle, Rosina non potrebbe porsi il problema della categoria: Pro Vercelli, Alessandria, Juventus U23 e Novara sono società che militano in C e che apprezzano le qualità umani e professionali del numero 10 granata: potrebbero fornire al fantasista calabrese gli ultimi stimoli di una carriera quasi ventennale.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News