Connect with us

News

“Restiamo a casa”: i messaggi social di sensibilizzazione dei calciatori della Salernitana

“Sono andato e tornato da dove sto eseguendo le cure per tornare in campo quando sarà possibile e continuo a vedere persone in giro anche a passeggio. Ragazzi, stiamo a casa. Sono due-tre settimane di sforzo per tornare alla normalità. Non facciamo i menefreghisti! Facciamolo per tutte le persone a cui vogliamo bene”. È il messaggio di sensibilizzazione che Cristiano Lombardi, tra i migliori elementi della Salernitana prima dell’infortunio muscolare patito poco meno di un mese fa a Verona sul campo del Chievo, ha voluto inviare virtualmente oggi a tifosi e non attraverso il suo profilo instagram. In un momento delicato per l’intero Paese, è importante che anche gli sportivi possano dare il buon esempio. Solo qualche ora prima, l’ex laziale aveva postato un altro appello social: “In una situazione del genere dobbiamo solamente attenerci alle norme che ci danno, restiamo a casa il più possibile e preghiamo che finisca quanto prima. Tutti insieme possiamo uscirne, forza italiani”.

Non solo Lombardi. “Se siete nello stesso comune con le persone che amate, sentitevi fortunati”, il messaggio di Alessandro Micai, che solo quattro giorni fa aveva bollato l’1-0 di Perugia come “una battuta d’arresto che fa male. Rimbocchiamoci le maniche per riprendere la nostra corsa”. Dovrà aspettare, lui come tutti gli altri, tifosi e calciatori. Deluso anche Billong, che lunedì invocava la “testa a venerdì perchè il lavoro che stiamo facendo pagherà”. Felipe Curcio, invece, affida a un’emblematica immagine dello stivale italiano con il nord che stringe la mano al sud per espellere il virus. Contemporaneamente, il brasiliano invita a effettuare donazioni alle Onlus per l’acquisto di apparecchiature e macchinari utili nella situazione di contrasto al Covid 19. Lo stesso hanno fatto Ramzi Aya e Alessio Cerci.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News