Connect with us

News

Qui Venezia, Soncin: “In tre giorni ci giochiamo una stagione. Djuric inarrestabile, lavoriamo su…”

Il Venezia è costretto a vincere domani all’Arechi per tenere la fiammella della speranza ancora viva. Non sembra avere altre possibilità la squadra di Andrea Soncin, ex tecnico della Primavera lagunare catapultato in prima squadra dopo l’esonero di Zanetti. La prestazione offerta da Aramu e soci allo Juventus Stadium, nonostante le nove sconfitte di fila, ha lasciato intravedere segnali di reazione da parte della squadra dopo l’esonero di Paolo Zanetti.

Un solo risultato per i veneti

“Siamo tutti consapevoli dell’importanza di questa partita che si affronta con lo spirito che stanno portando avanti i ragazzi in questi giorni. La risposta di chi non ha giocato contro la Juve mi ha colpito, nell’intensità che ho visto nell’allenamento del giorno dopo. È la dimostrazione che il gruppo è consapevole che in tre giorni ci giochiamo tutta la stagione. Arriviamo con grande fiducia alla sfida di Salerno – le parole di Soncin (foto in alto da pagina Facebook Venezia) nella conferenza stampa prepartita dei veneti, che partiranno nel pomeriggio per la Campania – Il clima caldo dell’Arechi fa parte del gioco, può essere un’arma in più della Salernitana, ma se mostreremo coraggio e fiducia visti a Torino potremo superare anche questa difficoltà”.

Niente tabelle

“La Salernitana è cambiata rispetto all’andata, siamo diversi anche noi. Sarà una gara in cui gli aspetti emotivi saranno determinanti e bisogna avere carica per partire subito forte: l’obiettivo è dimostrare che vogliamo ottenere un risultato importante fin da subito, che ci farebbe guardare alle prossime con maggior fiducia. Un pareggio? Da qua in poi i punti peseranno tantissimo, tutti ne cerchiamo tre ma diventa fondamentale arrivare all’ultima giornata col Cagliari avendo ancora una possibilità; magari il percorso può passare anche da un pareggio ma dobbiamo costruire sempre qualcosa che ci faccia sperare fino alla fine”, aggiunge il mister del Venezia.

I pericoli granata

“Abbiamo seguito Atalanta-Salernitana in tv con grande interesse, la sensazione comune a tutti è che affronteremo una squadra viva, in salute, che combatte insieme, si difende con tanti uomini sotto palla ed è sempre pronta a ripartire – commenta Soncin – I segnali degli ultimi giorni sono per noi positivi, siamo certi di poter fare la nostra parte in un campo molto difficile. Ederson e Djuric sono due dei tre punti di forza degli avversari: il brasiliano è pericoloso negli inserimenti, la Salernitana è molto efficace nelle transizioni. Quando prenderemo un po’ di campo, dovremo essere bravi nel prepararci bene al loro contrattacco. Abbiamo visto contro la Juve che, portando tanti uomini nell’area di rigore avversaria, gli si può fare molto male. Contromosse per Djuric? Ha caratteristiche uniche, non c’è una squadra in Italia che possa arginarlo; anche contro squadre di altissimo livello comunque di testa le prende lui. Più che occuparsi di lui, bisogna lavorare sulla pressione al portatore per non fargli arrivare palloni e lavorare su chi ruota attorno a Djuric. Se la mettessimo sul gioco aereo ci sarebbe un mismatch troppo diverso con qualsiasi difensore di A. Stiamo lavorando sui calci piazzati, aspetti che in questo momento della stagione diventano determinanti perché la percentuale di gol realizzati su calci da fermo in A è molto alta”.

Quasi tutti disponibili

Tutti a disposizione per Soncin, eccezion fatta per Modolo ed i portieri Lezzerini e Romero. Tra i pali andrà ancora Mäenpää. Anche Ebuehi e Vacca dovrebbero essere recuperati, ma non è detto che saranno del match dal primo minuto. La chiosa di Soncin: “Servirà una squadra determinata indipendentemente dalle scelte tattiche che farò. La determinazione e la voglia di sacrificarsi per la squadra saranno l’aspetto principale, a Torino ci sono state”. Rispetto alla formazione proposta dal primo minuto contro i bianconeri di Allegri, Soncin potrebbe cambiare un paio di elementi: scalpita Kiyine, fresco ex di turno che l’anno scorso ha conquistato la promozione in A con la Salernitana.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News