Connect with us

News

Cosmi attende i granata: “Domani sarà dura, servirà una grande prestazione”

Niente conferenze stampa, in tempi di Coronavirus. Dunque, così come il collega Ventura (clicca qui per leggere le sue parole), anche Serse Cosmi presenta la partita di domani del suo Perugia contro la Salernitana esclusivamente attraverso le colonne del sito ufficiale della propria società. Il tecnico esordisce, soffermandosi sulle condizioni fisiche dei suoi calciatori: “Esclusi Angella, Gyomber e Fernandes i ragazzi sono tutti disponibili. Chiaramente essendo la terza partita in otto giorni bisognerà valutare bene le condizioni, compresi i piccoli acciacchi, soprattutto di chi ha sempre giocato”. Flashback sul ko infrasettimanale contro il Benevento: “Innanzitutto con il Benevento la squadra ha alzato il livello nervoso, ha giocato con più determinazione e cattiveria. E poi essere tornati al gol è un grande passo dal punto di visto mentale”. Il grifo, reduce da cinque ko di fila, ha scelto di recarsi in ritiro a Cascia per provare ad invertire la rotta: “I ritiri servono soprattutto per poter conoscere meglio i ragazzi. Sono arrivato a inizio gennaio, molti di loro li sto conoscendo adesso fuori dal campo. Penso che sia stato importante anche per i giocatori stessi che si sono potuti confrontare e si sono messi in condizione di capire il periodo che stiamo vivendo e come fare per uscirne. Per uscire da questo periodo serve un risultato positivo, facendo appello a sé stessi, al proprio orgoglio personale. Questo deve essere sufficiente per fare una grande prestazione ed ottenere quello che vogliamo. Credo che questo sia il tasto giusto da toccare, nessuno di noi può accettare queste sconfitte e la delusione che stiamo dando all’ambiente”.

Cosmi commenta anche la situazione di allerta per il Coronavirus e la scelta di giocare senza pubblico: “Per non pensare al coronavirus non bisogna andare in ritiro ma andare su un’isola senza nessun tipo di comunicazione. L’allenamento è l’unico momento in cui non sei bombardato dalle notizie. Il Presidente ci ha dato le indicazioni concrete da seguire per giocatori e staff quindi, pur senza sottovalutare questo virus, posso tranquillamente dire di aver affrontato situazioni peggiori. Le uniche persone da ascoltare in questi momenti sono gli esperti, le persone che litigano in televisione su questo argomento mi fanno pena. Nella mia carriera mi è capitato di giocare a porte chiuse una sola volta nel 2006 in un Ascoli-Udinese ad Ancona perché i marchigiani avevano il campo squalificato. Un’esperienza che non avrei mai voluto rivivere perché giocammo in una sorta di acquario. Diventa difficile anche per noi allenatori preparare psicologicamente partite come queste per far mantenere la tensione alta. Bisogna far capire ai ragazzi che con o senza le porte chiuse i punti a disposizione sono sempre tre”.

L’ex allenatore del Venezia dice la sua anche sulla Salernitana: “Ero convinto che dopo la stagione passata la Salernitana si sarebbe rialzata. La società ha la forza per poter pensare a qualcosa di importante, l’allenatore ha esperienza e capacità per essere protagonista e dare il proprio contributo. La partita sarà sicuramente dura ma per noi qualsiasi avversario sarebbe stato difficile in questo momento”. Terza partita domani in otto giorni, il calendario cadetto ha costretto le squadre ad un tour de force: “Inevitabilmente giocare tre partite in 8 giorni influenza le scelte. Stare qui in ritiro dà la possibilità di monitorare meglio i problemi di ognuno. Cercherò di mettere in campo una squadra che, prima di ogni cosa, stia bene dal punto di vista fisico. Inevitabilmente c’è un po’ di tensione. Personalmente mi dispiace per le tante persone che vogliono bene al Perugia e che mi incitano per uscire insieme da questo momento, che mi dicono di non mollare. Ringrazio di cuore queste persone. Dopo 5 sconfitte le critiche verso l’allenatore non sono legittime ma più che legittime però da parte di alcuni ho ricevuto insulti che credo non meritavo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News