Connect with us

News

Questione stadio Pordenone, Lovisa: “Disponibilità da Trieste”. Milanese frena: “Sull’impianto abbiamo priorità”

“Abbiamo ricevuto una comunicazione con la quale l’Udinese ci invita a trovare quanto prima una nuova sede per le nostre gare interne perché in questa concitata fase finale di campionato trova difficile gestire due partite quasi in contemporanea”. Dopo il dg Migliorini, anche il presidente del Pordenone Mauro Lovisa lancia ufficialmente l’allarme stadio. La Dacia Arena di Udine sarà protagonista in Serie A e Serie B, dovendo ospitare le gare interne dell’Udinese, ma anche del Pordenone. Date e orari dei match cadetti saranno noti a breve e qui potrebbero crearsi problemi di accavallamento (con la massima serie), soprattutto nelle ultime giornate, quando è rischiesta contemporaneità per questioni di classifica. Alla 37^ giornata la Salernitana farà proprio visita alla squadra di Tesser, ma resta da capire, a questo punto, in quale impianto, vista l’impossibilità di spostare il contemporaneo match tra Udinese e Lecce. “Non nascondo che ci è cascato il mondo addosso perché trovare una soluzione alternativa alla Dacia Arena in così poco tempo non è una cosa facile. Avremmo potuto impugnare l’accordo in vigore, ma creare problemi non fa parte del nostro stile. Abbiamo preso atto della situazione, ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti: abbiamo risolto tanti problemi in passato, risolveremo anche questo. Ci siamo quindi messi in moto subito e ci siamo rivolti verso Trieste dove abbiamo trovato grande disponibilità da parte del Comune e dell’Unione Sportiva Triestina, alla quale vanno i nostri più sentiti ringraziamenti”, la soluzione quindi sembrerebbe trovata, come affermato dal numero uno dei ramarri sulle colonne de Il Gazzettino.

Da casa alabardata arriva la semiapertura dell’ex calciatore della Salernitana, ora amministratore unico della Triestina, Mauro Milanese ai microfoni de Il Piccolo: “Il Pordenone al Rocco? Intanto le decisioni ultime saranno del Comune, perché lo stadio non è di nostra proprietà. In ogni caso, è ovvio che se devo mettermi nei panni del tifoso, un po’ geloso del Rocco lo sarei. Per il tifoso è una questione di identità e di sana rivalità sportiva, vorrebbe lo stadio solo per la Triestina o grandi eventi. Ma da dirigente, se ci sono cause di forza maggiore, dico che farebbe piacere ospitare una società seria e ben organizzata come il Pordenone. Sempre ovviamente che questo non tolga niente a noi. Se il Rocco in quei giorni servirà all’Unione, il Pordenone dovrà cercarsi un altro stadio”. I riferimenti di Milanese vanno ovviamente alle possibili gare playoff che la Triestina dovrà disputare. La questione quindi non sembra di così facile soluzione, il tour de force del torneo inizia a mostrare le prime criticità. Anche la frangia più calda della tifoseria neroverde sembra volersi opporre al dover seguire la squadra al Rocco. I calendari renderanno più chiari i paletti su cui ragionare, ma in casa Pordenone urge trovare al più presto una soluzione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News