Connect with us

Giovanili

Primavera, Procopio ammette: “Belli solo un tempo. Non mi sono piaciuti i due rossi”

procopio

PECCIOLI (PI) – Nessuno dopo aver visto il primo tempo avrebbe immaginato che la Salernitana Primavera avrebbe incassato una sconfitta con 4 reti al passivo. Eppure il match con il Pisa si è chiuso sul punteggio di 4-2. Prova a spiegare l’andamento della partita il tecnico dei granatini, Gianluca Procopio che, ai nostri microfoni, ha commentato: “Siamo stati protagonisti di un’ottima mezz’ora, direi anche tutto il primo tempo. Abbiamo creato le condizioni per realizzare il secondo gol e purtroppo abbiamo incassato il pareggio sull’unica disattenzione della prima frazione”.

La sconfitta è maturata nella ripresa: “Nel secondo tempo non si possono regalare due reti in quella maniera nei primi 15’. L’avevamo anche rimessa in piedi realizzando il rigore del 3-2 e trovando la superiorità numerica; c’erano 35 minuti per pareggiarla, ma lì è iniziata un’altra partita. A quel punto la squadra non mi è piaciuta dal punto di vista dell’atteggiamento e a commettere certi errori sono stati i più esperti, i due difensori centrali che si sono guadagnati l’espulsione”.

La Salernitana non ha gestito bene i momenti cruciali del match: “Ci siamo concessi delle disattenzioni che sono autentici lussi. Sui gol ma anche sulle espulsioni dei centrali. Sono peccati di nervosismo che non sono giustificabili, la partita durava ancora tanto, si gioca sui 95 minuti ormai. Così facendo abbiamo macchiato una buona prestazione di tutti”.

Alla Salernitana restano solo i complimenti degli avversari: “Ci hanno fatto i complimenti per l’organizzazione di gioco e per la prestazione. Peccato che i complimenti non portano punti”.

Sullo 0-1 Procopio chiedeva alla squadra di non abbassarsi troppo: “Sì, perché i ragazzi tendevano ad abbassare il baricentro e anche i ritmi. Invece continuando a fare il nostro gioco potevamo raddoppiare, fino a quel momento non avevamo corso grandi pericoli eppure il Pisa in attacco ha qualità importanti”.

Adesso con la squalifica di Tumminelli e Motoc c’è un problema difensivo: “Nel derby contro il Benevento darò spazio ad altri calciatori ed hanno la grande occasione di mettersi in mostra. Non dobbiamo piangerci addosso”.

Le parole di Marco Masi, allenatore del Pisa Primavera

Anche il tecnico del Pisa Primavera, Marco Masi, ha commentato il match ai nostri microfoni: “Siamo stati lucidi nei momenti in cui bisognava esserlo. Il nostro è un gruppo tutto nuovo che si sta amalgamando, ci vuole tempo ma stanno venendo fuori belle prove e buoni risultati. Questo ci conforta anche in prospettiva futura”.

Che impressione ha fatto la Salernitana a Masi: “L’avevo vista solo in qualche filmato prima di oggi, ma me l’aspettavo esattamente così, ossia molto aggressiva e pericolosa tra le linee. Forse sul piano della qualità c’è ancora da migliorare. Credo che ad un certo punto la partita sia cambiata con le espulsioni, quello che è successo dopo fa poco testo”.

Con un curriculum ricchissimo di panchine nel professionismo, Masi allena ora una formazione Primavera. Quali le ragioni: “Il progetto ed il club sono molto ambizioso. C’è voglia di crescere ed investire nel vivaio; noi siamo all’inizio di questo progetto. Io poi sono pisano e tifoso del Pisa, queste motivazioni sono importanti e ci stiamo togliendo discrete soddisfazioni nonostante qualche difficoltà iniziale”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili