Connect with us

News

Premio Tartarone e inclusione sociale: “Prossimamente ‘Salernitana for special’ all’Arechi”

Un premio per ricordare il compianto Zaccaria Tartarone e per dare risalto alle attività nel sociale che porta avanti la cooperativa Il Villaggio di Esteban, grazie anche alle attività di giornalismo per diversamente abili con la testata Paperboy, diretta da Umberto Adinolfi con la collaborazione di Stefano Masucci e Alfonso Maria Tartarone, a cui si è unita l’interessante “Radio Salerno Village”, una vera e propria webradio gestita dai ragazzi “speciali” che fanno capo alla cooperativa diretta da Carlo Noviello.

Insomma, una bella mattinata al Salone dei Marmi di Palazzo di Città, dove il sindaco Enzo Napoli e gli assessori Nino Savastano (politiche sociali) e Caramanno (sport e ambiente) hanno aperto le porte e fatto gli onori di casa per ricordare il giornalista, professore e poliedrico conduttore televisivo salernitano, prematuramente scomparso nel marzo 2015. A ritirare la quarta edizione del riconoscimento alla sua memoria, è stato Gigi Murante, storica voce che ha raccontato per quarant’anni le vicende della Salernitana in radio e televisione. L’occasione è stata propizia anche per il saluto del presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, e di Concita De Luca, vicepresidente della commissione pari opportunità dell’OdG Campania. Dalle loro mani sono arrivati anche gli ambiti riconoscimenti per alcuni redattori di Paperboy, diventati a tutti gli effetti giornalisti pubblicisti.

A rappresentare la Salernitana c’erano il ds Mariano Fabiani e il dirigente Alberto Bianchi, ma soprattutto i ragazzi della “Salernitana for Special”, che partecipano al campionato Figc di Quarta Categoria (clicca qui per leggere), appositamente creato per estendere al mondo dei diversamente abili la passione per il calcio e lo sport. La mattinata ha visto l’apporto anche di Gianluca Raffone, psicologo dello sport e tecnico della squadra Salernitana for Special, e Carolina Mansi, psicologa de Il Villaggio di Esteban.

“Siamo sempre presenti in queste iniziative, il calcio e lo sport in generale devono essere aperti a tutti. bisogna dare credibilità a un calcio un po’ malato, fatto di regole e contro-regole. Questo è un calcio diverso, che piace a tutti, svincolato da logiche politiche. – le parole di Fabiani sull’evento – Ben venga la Quarta Categoria, questi ragazzi non hanno bisogno di andare sul campo per far gol, si divertirebbero anche senza porte e solo con un pallone. Siamo a disposizione per organizzare un’esibizione di questi ragazzi sul terreno dell’Arechi prima o durante una gara della Salernitana. Siamo orgogliosi di aver adottato la squadra del Villaggio di Esteban, abbiamo aperto i cancelli dei nostri impianti a tante realtà della città che operano nel sociale”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News