Connect with us

Serie B

Polito torna sulla sua esperienza granata: “A Salerno il punto più basso della mia carriera”

Ciro Polito, direttore sportivo della Juve Stabia, è intervenuto a #CasaDiMarzio in diretta instagram, parlando della situazione attuale relativa al virus e della stagione delle vespe. L’ex portiere, cresciuto nelle giovanili della Salernitana dal ’96 al ’98, è tornato anche sulla sua seconda parentesi granata, quella dal 2009 al 2011, contraddistinta da una retrocessione in Lega Pro e terminata purtroppo con il fallimento societario sotto la presidenza Lombardi: “Salerno è stato il momento peggiore della mia carriera. Non per la piazza che è gloriosa o per i compagni che ricordo con piacere, ma perché mi trovai in una società di incapaci. Giocavo in Serie A, ero nel giro della Nazionale, ma scelsi di andare in B e sbagliai. Mi ritrovai a retrocedere e persi anche dei soldi. La Salernitana si iscrisse in C e rimasi per rimettermi in gioco, ma dopo una sconfitta in casa col Sorrento fu data la colpa della situazione ai quattro senatori che eravamo io, Pestrin, Montervino e Peccarisi e da lì mi promisi di non giocare mai più a Salerno. Poi la Salernitana fallì, rimasi svincolato e andai all’Atalanta”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B