Connect with us

News

Pagellone Salernitana-Spezia: follia Maistro, male Migliorini. Kiyine appannato

VANNUCCHI 5,5 attento su Maggiore, va fuori tempo sulla conclusione sporca di Mora che s’insacca complice una deviazione di Cicerelli. Vola nella ripresa sul tentativo di Mora, reattivo in uscita bassa su Acampora. La sbagliata lettura nell’azione del primo gol ligure è l’unico errore ma pesa come un macigno.

CICERELLI 5 Ventura lo arretra sulla linea dei difensori consapevole di prendersi un rischio in fase di non possesso, ma speranzoso di guadagnarne in propulsione offensiva. Delle due, la meno proficua. Eppure lo Spezia spinge poco nel primo tempo, ma nell’unica azione degna di nota si fa beffare da Mora per il pari sul finire di primo tempo. Nella ripresa avanza il raggio d’azione e pennella un bel cross per Djuric. Perde la palla da cui nasce l’azione del 2-1 ligure.

MIGLIORINI 4 prova la finezza in uscita su Gudjohnsen ma prende un rischio inutile e si fa scippare palla. Sporca il filtrante dell’islandese ma rinvia regalando il pallone a Ricci. Non contento, va fuori tempo sull’imbeccata dell’ex di turno e lascia aperta la prateria per l’inserimento di Mora. Va completamente nel pallone.

JAROSZYNSKI 5 piantato a terra dalla finta di Maggiore, non è al meglio ed è costretto a chiedere nuovamente il cambio. Non prima di aver visto gli avversari sfrecciare da tutte le parti. Dal 33′ st AYA 5,5 Ventura lo getta nella mischia anziché provare un cambio più offensivo non avendo ormai più nulla da perdere. Una buona chiusura su Nzola, ingenuo quando lascia sfilare palla convinto di guadagnarsi un corner dopo un tocco di un compagno di squadra.

LOPEZ 5 serve palla a Gondo nell’azione del gol, ma il merito è tutto dell’ivoriano. Spinge pochissimo. Dal 23′ st CURCIO 5,5 entra nel momento di massima difficoltà della Salernitana e non incide.

MAISTRO 3 Sfiora il gol che sarebbe valso il 2-0 e la relativa tranquillità ma spara addosso a Krapikas. Più che improbabili tinture ai capelli, servirebbe un gran bagno di umiltà. Già ammonito, entra in ritardo su Ramos e lascia i suoi in dieci con oltre mezz’ora da giocare. Ingenuità imperdonabile paragonabile a quella di Minala lo scorso anno a Venezia. Stavolta i granata non la fanno franca.

AKPA AKPRO 5,5 il cambio modulo lo costringe ad una partita di maggiore attenzione difensiva. Non è serata neanche per lui. Dal 23′ st DZICZEK 5,5 entra con l’inerzia della gara tutta spostata verso la Liguria.

DI TACCHIO 5,5 la mobilità di Maggiore gli crea più d’un grattacapo. Eccessivamente fiscale il giallo per intervento in ritardo su Mora. Spara in curva la palla del vantaggio seppur da posizione non agevole.

KIYINE 5 si accende a sprazzi, ma i lampi non fanno adeguata luce. Non impensierisce Krapikas col destro. Nella partita più importante dell’anno avrebbe dovuto e potuto trascinare i suoi. Dal 23′ st KARO 5 cambio indecifrabile e inutile. Lascia un buco in cui Gudjohnsen s’infila e Nzola finalizza.

GONDO 6,5 conferma di vivere un autentico magic moment. Il gol è un mix di caparbietà, scaltrezza e fiuto del gol. Gol a parte, sembra l’unico a crederci fino in fondo.

DJURIC 5 prestazione al di sotto delle aspettative anche per il gigante bosniaco. Una torsione al 35′ della ripresa l’unico spunto prima di lasciare il campo. Dal 38′ st GIANNETTI sv

ALL. VENTURA 4 conferma una preoccupante avversione alle gare secche. Dopo San Siro, i fantasmi si spostano all’Arechi e non hanno più la maglia gialloblù bensì quella bianca dello Spezia. La partita sembra prendere la piega giusta nel primo tempo, ma la Salernitana commette l’imperdonabile errore di non chiudere i conti. La doccia fredda del pari poco prima dell’intervallo, poi la colossale sciocchezza di Maistro che lo manda su tutte le furie. Con trenta minuti ancora da giocare, la Salernitana decide di deporre anzitempo le armi senza provarci. Ed i cambi, cervellotici ed infruttuosi, vanno in quella direzione. Con un solo risultato a disposizione, Ventura inserisce tre difensori su cinque cambi a disposizione. Seppur non nella miglior giornata, enigmatiche le sostituzioni di Kiyine e Djuric. Le chiacchiere stanno a zero, nel calcio contano esclusivamente i risultati ed il decimo posto non può essere ritenuto risultato soddisfacente per le aspettative della società e della piazza.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News