Connect with us

News

Pagellone Salernitana-Benevento: attacco sterile, centrocampo in apnea. Male Odjer

MICAI 6 stavolta i pugni non lo tradiscono. I soliti affanni nel gioco di piede, mai stata la specialità della casa. Nulla può sul micidiale uno-due sannita che decide il match.

KARO 6 dalle sue parti Tello s’affaccia di rado ma è comunque costretto a rinculare verso il centro per dar man forte ai compagni. Esce per infortunio. Dal 12’ st KALOMBO 6 la partita prende una brutta piega subito dopo il suo ingresso. Irruento, talvolta sgraziato ma comunque a suo modo efficace.

MIGLIORINI 6 va fuori tempo su Coda che alza troppo la mira. Si riscatta sul finire di primo tempo parando in tackle il mancino del numero nove giallorosso. Gara perennemente sotto pressione, intuibile vista la caratura dei dirimpettai.

JAROSZYNSKI 6 mette più di una pezza in avvio con furbizia, fisico e attenzione. L’ultimo ad alzare bandiera bianca.

CICERELLI 5 stavolta le marce alte restano ingolfate. Non pervenuto per tutti i novanta minuti.

ODJER 4,5 sovrastato da Hetemaj e Viola. Inconsistente in ambedue le fasi di gioco. S’addormenta sul corner da cui il Benevento passa il vantaggio. Fa rimpiangere Akpa. Dal 26’ st MAISTRO 6 entra a gara già decisa, sfiora il gol con un mancino che sibila di poco a lato.

DI TACCHIO 5,5 combatte col solito grande agonismo. Mette pezze un po’ ovunque, costretto a spendere il giallo per frenare il contropiede di Letizia. Perde un pallone sanguinoso con la squadra in uscita e completamente sbilanciata, per sua fortuna Insigne grazia Micai. Resta comunque l’unico a provare ad arginare lo strapotere giallorosso nella terra di mezzo.

FIRENZE 5 timido. Abusa del cambio di fronte perdendo qualche pallone di troppo. Sua l’unica occasione di marca granata nel primo tempo con un destro svirgolato in posizione di precario equilibrio. Preso d’infilata da Sau nell’azione del raddoppio.

KIYINE 6 manda Maggio al bar con le sue solite finte funamboliche. Esagera sul rientro del capitano giallorosso che gli sfila palla e fa ripartire il contropiede sannita. Mette in difficoltà Viola con un tiro cross su cui il regista sannita per poco non fa harakiri. E’ l’unico che riesce ad accendere la luce in una serata buia per i colori granata. Ubriaca Maggio e serve una palla d’oro che Giannetti non capitalizza. Coperta corta in fase difensiva: dalla sua corsia nascono entrambe le azioni dei gol del Benevento.

JALLOW 5 dovrebbe fungere da collante ed allungare la squadra, non tiene un pallone e la squadra resta rintanata nella propria metà campo. Timidi segnali di risveglio nella ripresa. Prima svirgola su palla persa da Hetemaj, poi pesca bene Giannetti. Dal 26’ st CERCI 6 di stima ed incoraggiamento. Entra tra gli applausi ma a gara già compromessa.

GIANNETTI 5 non pervenuto per i primi 45 di gioco. Ingabbiato nella morsa dei centrali giallorossi, non la becca praticamente mai. Nella ripresa sfiora due volte il gol, in entrambi i casi di testa. Prende il tempo a Caldirola ma non trova lo specchio, Volta gli nega la gioia del gol qualche minuto dopo. Errori che si riveleranno fatali nell’economia del match.

ALL. VENTURA 5,5 che non sia serata lo si intuisce presto. Inzaghi piazza due linee cortissime in fase di non possesso per inibire il palleggio granata e neutralizzare gli inserimenti di Firenze ed i tagli di Kiyine. La Salernitana non riesce a girare la sfera anzi subisce il palleggio del Benevento che s’impadronisce del campo fin dalle prime battute. Al netto della pur encomiabile dedizione dei calciatori granata, in campo emerge tangibile la differenza di peso specifico in termini di personalità, qualità e fisicità. Il trainer genovese sconta anche l’esiguità di alternative in mezzo al campo.

1 Commento

1 Commento

  1. Michele

    17/09/2019 at 00:04

    Odjer non aveva demeritato fino all’errore del calcio d’angolo
    Cicerelli non ha saltato un solo avversario e non ha messo una sola palla in mezzo kiene primo tempo buono ma non è stato capace di battere nemmeno un calcio d’angolo buono si accentrava e tirava addosso all’avversario
    Di tacchio scandaloso primo tempo il secondo non si è visto ed ha fatto bene a tirarsi fuori dal gioco

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News