Connect with us

News

Pagellone Cittadella-Salernitana: Veseli e Di Tacchio i migliori, Tutino non si sente

BELEC 6,5. La solita sicurezza, attento su tutto. La sua partita inizia dopo 5′ della ripresa, quando si distende ottimamente su Gargiulo. La svirgolata coi piedi al 65′ è l’unico ed ininfluente neo del match. La striscia di partite senza subire gol (in condominio con Adamonis) sale a sei, ma stavolta c’è lo zampino anche del palo.

BOGDAN 6,5. Subito concentratissimo, “rischia” di essere decisivo dopo una dozzina di minuti colpendo la traversa di testa su corner. Ci riprova di potenza al 20′ col destro. Buca l’intervento a metà primo tempo, ma è un errore isolato. Rischia l’autogol all’85’.

GYOMBER 6,5. Francobolla Ogunseye, ma al 10′ è incerto e fa colpevolmente ballonzolare un pallone pericoloso; il Citta non ne approfitta. Si riprende il piedistallo lì dietro. Ammonizione inevitabile.

VESELI 7. Ottimi tempi di anticipo, conferma di essere in netta crescita. Dalle sue parti non si passa in nessun modo.

CASASOLA 6. Subito protagonista con una bella ripartenza, sbilenca però la mira sulla conclusione. Il destro è più caldo nei traversoni, ne tira fuori un paio insidiosi in avvio. Cala in fase di spinta nel secondo tempo.

COULIBALY 6,5. Gli tocca D’Urso, sradica palloni e non risparmia la sua genuina irruenza. Impreciso talvolta nell’orchestrare assistenza ai compagni, ma fondamentale nella concezione del gioco di Castori. Nel finale cerca il bolide da fuori.

DI TACCHIO 7. Regge il centrocampo con la proverbiale sostanza, utilissima diga anche nel gioco aereo. Cuore e grinta al servizio dei compagni.

CAPEZZI 6,5. La gioca e rintuzza. Si inserisce spesso ad accompagnare l’azione offensiva. Dà tutto e risulta importantissimo nel non far mai iniziare l’azione ai terzini avversari (dal 74′ ANDERSON 6. Si presenta con un paio di serpentine niente male. Cerca di ingannare Manganiello – che lo punisce per simulazione – ma il suo brio è volatile).

JAROSZYNSKI 6. Parte guardingo, poi viene fuori. Gagliardo difensivamente e prezioso come sempre, sorprendentemente anche al di là della linea di metà campo. Ammonito e stanco, esce nell’ultima porzione di gara. (dal 74′ DURMISI 5,5. Non dà il cambio passo sperato. Si perde Proia a 7′ dalla fine )

GONDO 5,5. Impegna subito Kastrati con la testa. Dinamico e volenteroso fin dai primi minuti, cerca di tenere sempre occupata la difesa avversaria. Protegge palla quando deve e si butta negli spazi, ma la resa è mediocre. Controlla male al 33′ e non sfrutta una ripartenza che avrebbe potuto assumere ben altri contorni. Col passare dei minuti diventa lezioso e inizia a chiedere troppo dalle sue caratteristiche: un suo velleitario e sbagliato cambio gioco a inizio ripresa fa venire i brividi alla difesa, con Belec che mette una toppa. Finisce la benzina. (dal 61′ TUTINO 5. Si segnala per fuorigioco e poco altro).

DJURIC 5,5. Il Cittadella è la sua vittima preferita in B con 6 gol in 10 confronti. Gioca di sponda e di forza, da vero riferimento delle spizzate. I compagni lo sfruttano poco, però. Spara clamorosamente alto al 57′ dopo l’omaggio della difesa veneta. (dall’82’ KRISTOFFERSEN 5,5. Mette in campo la specialità della casa, i centimetri. Diligente, ma non influisce).

ALL: CASTORI 5,5. Conferma il pacchetto arretrato – giustamente, visti i risultati – e riporta in campo Casasola, dando una chance anche a Gondo e lasciando fuori Tutino. Le scelte gli danno ragione nel primo tempo, quando l’atteggiamento difensivo dei suoi resta di ferro battuto. Non solo, la Salernitana ai punti crea di più e fa meglio degli avversari. Ci fosse stata più qualità negli ultimi venti metri, chissà. Castori la butta dentro, col nome di Tutino, all’ora di gioco, ma ottiene poco. Mentre la solidità difensiva sta dando tanto, l’astinenza da gol inizia a diventare un problema serio, a questo punto del campionato e con quella classifica: i granata hanno segnato solo un gol nelle ultime cinque partite.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News