Connect with us

News

No contest a Via del Mare, Salernitana abbattuta: il Lecce si diverte e cala il poker

TABELLINO LECCE-SALERNITANA 4-0

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Riccardi, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (18’ st Tabanelli), Majer; Falco (32’ st Dell’Orco); Lapadula, La Mantia (25’ st Farias). A disp: Vigorito, Vera, Haye, Rossettini, Dumancic, Pierno, Dubickas, Gallo, Felici. All. Fabio Liverani

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo (28’ st Migliorini), Billong, Jaroszynski; Lombardi, Akpa Akpro, Di Tacchio, Firenze (11’ st Maistro), Kiyine; Giannetti (19’ st Calaiò), Jallow. A disp: Vannucchi, Russo, Lopez, Odjer, Djuric, Cicerelli, Kalombo, Morrone, Carillo. All. Gian Piero Ventura

Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta (Rocca / Vecchi). IV uomo: Giovanni Ayroldi di Molfetta.

NOTE. Marcatori: 4’pt e 31’ st Lapadula (L), 17’ st Falco (L), 36’ st Majer (L); Ammoniti: Majer, La Mantia (L), Kiyine (S); Angoli: 4-3; Recupero: 1’ pt – 0′ st; Spettatori: 15956.

LECCE. Brutta sconfitta della Salernitana che perde a Lecce 4-0 e viene eliminata dalla Coppa Italia. I granata partono subito in svantaggio dopo 4’ a causa di un brutto errore di Billong e rischiano il tracollo già nel primo tempo. Poi nella ripresa, nel momento migliore della squadra di Ventura che colpisce anche un palo con Di Tacchio, il Lecce alza di nuovo il livello e va in goleada. Doppietta per Lapadula, in mezzo il gol di Falco. Il poker lo segna Majer, per i granata una brutta doccia fredda a una settimana dall’inizio del campionato.

LA CRONACA. Ventura conferma dieci undicesimi della formazione che ha fatto bene con il Catanzaro nel turno precedente, l’unica novità è rappresentata da Akpa Akpro che gioca a centrocampo al posto di Maistro. La difesa è confermata, c’è di nuovo Karo che sarà il migliore del reparto. Una brutta partita invece la gioca Billong che dopo quattro minuti regala a Lapadula il gol dell’1-0: da un lancio di Lucioni il difensore granata cicca il pallone, Micai esce ma viene scavalcato dallo scavetto dell’ex punta del Milan. Doccia fredda per la Salernitana che non aveva neanche iniziato male e invece accusa il colpo e rischia di andare al tappeto. Il Lecce gioca bene, il 4-3-1-2 di Liverani è armonioso e in venti minuti i salentini possono fare tre gol. Lapadula e La Mantia, le punte scelte dall’ex regista della Lazio, spaventano Micai in tre occasioni. La Mantia fa anche gol ma in fuorigioco, mentre il portiere granata fa venire i brividi a Ventura con uscite spericolate e spesso a vuoto. La Salernitana non riesce a uscire dalla propria metà campo, il pressing alto del Lecce è efficace e il tecnico granata si arrabbia. Poi però i ritmi si abbassano e la Salernitana riesce a riaffacciarsi nella metà campo salentina: Kiyine al 26’ tira fuori dal limite, troppo poco per spaventare Gabriel.

Nella ripresa il copione è lo stesso. La Salernitana parte bene, colpisce un palo con Di Tacchio (al 10’ assist di Jallow e tiro con il mancino dal limite deviato sul legno da Gabriel) e poi sfiora di nuovo il gol con Kiyine. Nel momento migliore, il colpo del ko. Maistro appena entrato perde un brutto pallone, Falco si diverte tra Kiyine e Jaroszynski e batte Micai qualificando di fatto il Lecce. Ventura prova a giocarsi la carta Calaiò mentre Maistro prova a rifarsi con un bel mancino dal limite. Ma la Salernitana esce dal campo, entra Farias e il Lecce dilaga. Il nuovo acquisto giallorosso prova subito a calare il tris, poi partecipa al gol del 3-0 che arriva al 31’. Segna ancora Lapadula che ruba palla Jaroszynski e batte Micai. Cinque minuti dopo il 4-0 con Majer, mancino dal limite che manda in estasi i 16mila di Via del Mare. Potrebbe arrivare anche il pokerissimo, ma Lapadula allo scadere perdona Micai. Sconfitta pesante nel test più impegnativo dell’estate, la Salernitana fallisce la prova del nove. E mancano sei giorni all’inizio del campionato.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News