Connect with us

News

Moviolone Salernitana-Juve: mancano 2 cartellini nel primo tempo, rigore netto su Morata

Questa volta non basta il signor Francesco Fourneau, prima d’ora una sorta di portafortuna per la Salernitana, dopo aver arbitrato le rimonte con l’Avellino (nel derby vinto 2-3) e quella dell’anno scorso in casa col Venezia. Ieri sera il fischietto romano ha diretto Salernitana-Juve ed ha anche preso diverse decisioni da moviola in occasione dei vari episodi del match. Un po’ troppo permissivo nel primo tempo, viene anche richiamato al var per valutare un fuorigioco. Nel finale assegna un calcio di rigore sul quale però non ci sono dubbi.

Riavvolgendo il nastro, dopo 6 minuti il primo assistente Baccini non segnala nulla sulla manovra di aggiramento di Ranieri su Kulusevski un po’ al limite. Passano 2 minuti e Bonazzoli va giù sulla trequarti avversaria dopo aver scaricato palla. A toccarlo minimamente è Bentancur, ma il direttore di gara lascia (forse giustamente) correre, complice anche la caduta accentuata dall’attaccante. Al 17’ Colantuono ha qualcosa da ridire all’arbitro in seguito ad un presunto fallo non fischiato ai danni di Lassana Coulibaly. Fourneau si avvicina all’allenatore per dargli spiegazioni ma soprattutto per invitarlo a non esternare ulteriori lamentele. Lo stesso fa anche due minuti più tardi “ricordando” a Capezzi che potrebbe estrarre il giallo da un momento all’altro. Al 21’ arriva il vantaggio della Juve; a monte dell’azione c’è un ambiguo controllo di Bentancur che va col braccio molto vicino al pallone. Il gol però viene regolarmente convalidato, presumibilmente dopo un silent check del Var. Al 26’ primo giallo del match: Gagliolo scalcia Dybala all’altezza del centrocampo. Il suo intervento parecchio ruvido merita pienamente il giallo. Alla mezz’ora la Juve raddoppia con Chiellini ma Fourneau viene richiamato al monitor da Di Paolo. In seguito alla revisione, il giudice di gara annulla correttamente il gol alla Juve per un fuorigioco di spalla di Kean. Il calciatore della nazionale (considerato attivo) era oltre al momento del traversone effettuato da Cuadrado, pochi secondi prima della rete. Al 37’ Gyomber colpisce nettamente la caviglia di Kean attaccandolo alle spalle. Sull’intervento irregolare non ci sarebbero dubbi, anzi quasi avrebbe meritato il giallo; il direttore di gara però si lascia sfuggire quest’episodio, giudicando regolare il tutto. Allo scadere di primo tempo Dybala tocca il pallone volontariamente col braccio dato che non ci sarebbe mai potuto arrivare, vista la traiettoria troppo alta per lui. L’arbitro ovviamente assegna la punizione ai granata, ma allo stesso tempo evita di estrarre al fantasista bianconero un cartellino di cui nessuno si sarebbe meravigliato.

Nella ripresa arriva anche la prima ammonizione in casa Juventus: Locatelli interviene in netto ritardo sulla caviglia di Bonazzoli. Fourneau lascia inizialmente proseguire l’azione per applicare la regola del vantaggio ma al termine della stessa è obbligato ad estrarre il cartellino ai danni del centrocampista. Succede poco altro fino all’extratime. A pochi secondi dalla fine, Gyomber in area interviene in scivolata su Morata, stendendolo. L’arbitro senza esitazioni indica giustamente il dischetto assegnando il rigore che, fra l’altro, verrà poi sbagliato da Dybala.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News