Connect with us

News

Moviolone Salernitana-Ascoli: erroraccio Capone, rete Gondo era regolare

Era da convalidare il gol al 14′ della ripresa di Cedric Gondo che avrebbe portato la Salernitana al raddoppio. Errore grave del primo assistente Andrea Capone di Palermo, che ha sventolato la bandierina sull’azione combinata da Lopez e finalizzata dall’ivoriano su respinta corta di Leali, episodio chiave del match di ieri contro l’Ascoli che monopolizza, giocoforza, il tema moviolone. Il fermo immagine è chiaro: al momento della conclusione di Lopez, Gondo attacca la porta mentre è tenuto in gioco dal difensore ascolano Gravillon. L’arbitro Baroni non ha potuto far altro che fidarsi della segnalazione del suo assistente, che ha mandato su tutte le furie l’ambiente granata.

Eppure, Salernitana-Ascoli nel primo tempo non aveva donato episodi degni di nota dal punto di vista arbitrale, con chiamate sostanzialmente corrette e una gestione oculata del fischietto fiorentino che ha scelto una strada di dialogo, lasciando giocare il giusto. Come al 6′ del secondo tempo, con la discussione accesa tra Da Cruz e Lopez e Baroni che non ammonisce, redarguendo entrambi. Cartellino che arriva un paio di minuti più tardi, quando Padoin falcia senza pietà Lombardi a metà campo: intervento in netto ritardo, oltre che pericoloso. Giusto ammonire. Al 27′ fallo che sembrava abbastanza netto su Djuric sulla trequarti granata da parte di Scamacca, l’Ascoli ruba palla e riparte perchè Baroni non fischia. La fa invece quando Gondo frana su Gravillon (29′), subito dopo il rinvio difensivo del centrale di Guadalupa. Irreprensibile, infine, il giallo a Brosco al 43′.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News