Connect with us

News

Moviolone Perugia-Salernitana: graziato Kiyine, poteva starci rigore su Gondo

Quella che dalle prime battute sembrava una gara non difficile da gestire, si è innervosita ed è diventata più problematica per l’arbitro Simone Sozza a partire dagli ultimi minuti del primo tempo. Fino ad allora il fischietto di Seregno aveva solo dovuto segnalare al quarto uomo Valerio Marini che Matteo Lombardo, il più fidato collaboratore tecnico di Ventura, non poteva stare in piedi a dare indicazioni ai granata perché sulla carta l’allenatore in seconda era Luigi Genovese.
Bisogna addirittura aspettare il 39′ per vedere il primo cartellino: il giallo sventolato a Greco per un brutto intervento in scivolata su Akpa Akpro. Un minuto dopo il primo screzio della gara, Falcinelli dopo un contatto con Micai minaccia in modo manesco il portiere, afferrandolo poi anche per la gola. L’arbitro calma gli animi redarguendo i due solo verbalmente, ma sarebbe stato giusto un provvedimento disciplinare per l’attaccante del grifo, se non per entrambi. Mentre non viene risparmiato il giallo a Kiyine al 41′, per un intervento pericoloso su Falzerano.
Nella ripresa c’è molto più da fare per il direttore di gara, che già al 3′ estrae un giallo per Dziczek, colpevole di un fallo da dietro a centrocampo. Al 9′ la Salernitana recrimina: in seguito alla punizione di Dziczek, respinta lateralmente da Vicario, Gondo si precipita sulla palla anticipando sia Greco che Falzerano, con quest’ultimo c’è un incrocio di gambe dubbio, secondo l’arbitro lombardo si può proseguire, ma il contatto c’è stato e il rigore poteva essere concesso. L’attaccante granata infatti non ci sta e protesta veementemente, insieme a molti altri compagni, pagando dazio con un’ammonizione molto pesante in quanto gli costerà anche la squalifica per la gara col Pisa. Al 18′ sono invece i padroni di casa a recriminare perché Kiyine trattiene De Chiara a palla lontana, impedendogli di chiudere lo scambio, ma il marocchino viene graziato da quello che sarebbe stato il secondo giallo.
Al 34′ finisce sul taccuino dell’arbitro anche Sgarbi, che ferma sul nascere una ripartenza di Gondo dal limite dell’area granata. Al 40′ arriva l’ultima ammonizione del match ed è molto pesante per la Salernitana: Jallow, anche lui diffidato, allarga troppo il braccio nel contrasto aereo con Rosi. Non molto rilevante, ma comunque degno di nota il fatto che pochi istanti prima era stato espulso dalla panchina per proteste il terzo portiere del Perugia, Albertoni.
Tutto sommato non ha convinto la direzione di Sozza, che nelle occasioni decisive ha avuto la mano troppo leggera.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News