Connect with us

News

Moviolone Chievo-Salernitana: dubbi sul rigore, trasformazione da ripetere. E nel finale su Djuric…

La direzione del romano Fourneau, in Chievo-Salernitana, è positiva ad inizio partita. Il fischietto concede gioco maschio ai ventidue in campo, al 27′ però la valutazione scende. Il rigore fischiato ai padroni di casa sembra decisamente dubbio. Nella ripresa Akpa Akpro rischia il rosso, ma viene salvato; restano dubbi su un paio di ripartenze stoppate alla Salernitana per falli su cui, forse, si poteva sorvolare. A quattro dal termine Djuric protesta per un penalty che, in virtù della chiamata generosa ai gialloblù nel primo tempo, poteva essere fischiato.

PRIMO TEMPO. Il fischietto romano adotta una condotta all’inglese nei primi venti minuti di match, sorvolando sui primi cinque falli. Al sesto il primo giallo se lo becca Segre che ferma Cicerelli, in procinto di ripartire. Tre minuti dopo cartellino giusto, che costa la squalifica, ad Akpa Akpro. L’ivoriano, diffidato, commette fallo tattico su Djordjevic in avvio di azione. L’episodio che svolta il match è al 27′. Djordjevic scappa via a Jaroszynski in profondità, il polacco ingaggia un duello spalla e spalla con l’ex Lazio che, un minimo sbilanciato, va giù, accentuando. Il contatto inoltre, se c’è, sembra iniziare fuori area. Fourneau indica il penalty e ammonisce il difensore granata; chiamata decisamente generosa. Giaccherini non sbaglia, ma la sua trasformazione sarebbe da ripetere: il compagno di squadra Obi entra in area di rigore al momento del calcio. Nel finale di tempo sul taccuino dei cattivi finisce anche Frey che stende Akpa Akpro.

SECONDO TEMPO. La ripresa comincia con un altro giallo tra le file clivensi: Cesar perde Gondo in velocità e usa le cattive maniere. Al 51′ Akpa Akpro, già ammonito, rischia grosso, commettendo fallo su Giaccherini. Fourneau lo grazia. Tre minuti dopo dubbi su un fallo fischiato a Jallow sulla fascia destra, in zona offensiva. Il gambiano riconquista palla su Cesar, il centrale va giù con facilità; l’attaccante granata sarebbe potuto andare verso il fondo, tutto solo, palla al piede. Al 55′ punizione in favore del Chievo a centrocampo, Fourneau indica Djuric come colpevole, ma il bosniaco non ostacola Frey e Leverbe che si scontrano da soli. Anche in questo caso poteva partire l’azione offensiva della Salernitana. Al 70′, in occasione del raddoppio dei gialloblù, Akpa Akpro commette ancora fallo su Garritano che avvia l’azione, l’ex Tolosa si salva poiché il direttore di gara applica la norma del vantaggio. Nel finale cartellino anche per il neo entrato Esposito. All’86’ ultimo episodio dubbio. Su un pallone invitante in area di Dziczek Djuric prova ad intercettarlo, ma Renzetti lo sgambetta, il bosniaco protesta, ma per Fourneau tutto ok. Ci potevano essere gli estremi per la massima punizione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News