Connect with us

Giovanili

L’U17 frana in casa con la Lazio. Cerrato: “Gap importante contro certe squadre”

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 17 GIRONE C 10° GIORNATA RITORNO

TABELLINO   –   SALERNITANA-LAZIO 0-4

SALERNITANA: Di Stanio, Scognamiglio (16’ st Macrì), De Gennaro (31’ st Ianniello), Celia, Gallo (31’ st Perrotta), Fasano, Zerillo (22’ st Castellano), Mastrocinque, Cozzolino (31’ st Carpetti), Melella (1’ st Langellotto), De Filippo. A disp. Allocca, Ianniello, Birra. All. Cerrato.

LAZIO: Magro, Cannatelli (33’ st Giranelli), Milani (33’ st Di Venanzio), Nazzaro, Dutu, Petta, Di Tommaso (9’ st Di Porto), Oliva (33’ st Sardo), Brasili (33’ st Reddavide), Giubrone (11’ st Rossi), Di Nunzio (33’ st Bigotti). A disp. Ierardi, Zazza. All. D’Urso.

Arbitro: Sig. Stefano Striamo di Salerno (Pellecchia/Arcella)

Marcatori: 7’ pt e 21′ st Brasili, 25’ pt Giubrone, 24’ st Rossi. Angoli: 0-2. Recuperi: 0’ pt e st.


La Lazio Under 17 passa al campo Volpe contro la Salernitana, imponendosi per 4-0 ed andando a mettere pressione alla prima classificata Roma. Gara in discesa fin dagli albori per la squadra biancoceleste e granatini quasi mai in partita.

La formazione ospite parte subito forte al 7’ con il terzino destro Cannatelli, che salta un paio di avversari e trova l’imbucata per Brasili, che è freddissimo e non si fa ipnotizzare da Di Stanio insaccando il pallone del vantaggio. Al 14’ prima conclusione in porta anche per i granatini con Mastrocinque che, su un campanile creatosi al limite dell’area biancoceleste, colpisce di controbalzo: il tiro è potente ma centrale, quindi di facile presa per Magro. La Lazio domina sulle fasce e al 19’ Milani trova un preciso cross per Brasili che stacca di testa ma la sfera si spegne di poco alta sopra la traversa; c’è inoltre da segnalare che il direttore di gara aveva anche fischiato l’offside. Occasione clamorosa per raddoppiare per gli ospiti al 24’: rimessa laterale che spedisce il pallone in mezzo all’area granata e su un rimpallo Di Nunzio si trova libero di colpire verso la porta, ma spedisce di poco largo col destro. Al 25’ Milani avanza ancora indisturbato quasi nella posizione di mezzala e imbuca per Giubrone che, trovatosi a tu per tu dinanzi a Di Stanio, con freddezza glaciale trova il gol del meritato 0-2 in favore degli ospiti. Si chiude una prima frazione caratterizzata da un predominio della Lazio, mentre le poche occasioni granata arrivano principalmente da ripartenze.

Nella ripresa parte subito forte nuovamente la Lazio. Di Tommaso dall’esterno sinistro del campo serve a rimorchio Giubrone che calcia di prima intenzione, ma Di Stanio devia coi piedi evitando un passivo peggiore per i padroni di casa. Si alza il pressing granata e al 5’ De Filippo scippa il pallone a Petta, lo salta e calcia col sinistro: conclusione potente ma imprecisa che si spegne di poco a lato, i granatini sono vivi. All’8’ Di Nunzio serve in profondità Cannatelli, che tenta di sorprendere Di Stanio sul suo palo, ma l’estremo difensore granata è attento e respinge il tiro. Ancora Lazio: Rossi viene lanciato in profondità al 21’ e si inserisce alle spalle dei difensori granata, crossa rasoterra e stavolta a trovare la deviazione vincente è ancora una volta Brasili, che firma una doppietta, rendendo il passivo ancora più pesante per la Salernitana.

La Lazio in contropiede è micidiale e cinica e al 24’ Oliva entra in scivolata al limite dell’area granata nel tentativo di recuperare il pallone perso e sul rimpallo successivo, Rossi si trova fortunosamente davanti a Di Stanio e schiacciando a terra il pallone trova il gol dello 0-4 in favore della seconda in classifica. Al 39’ ospiti ancora una volta vicini ad allungare il passivo, Di Stanio para su Rossi e sulla ribattuta Giranelli va ad un passo da quello che sarebbe il gol dello 0-5. Bigotti si invola verso l’area avversaria e con un’azione personale al 44’ salta un paio di avversari ma calcia debolmente, e l’estremo difensore salernitano blocca con facilità. Nell’altra metà campo la Salernitana va ad un passo dal gol della bandiera con Carpetti all’ultimo minuto di gara, la sfera però finisce di poco alta sopra la traversa nonostante il tiro dell’attaccante granata fosse a botta sicura.

“A mio avviso il risultato è un po’ troppo rotondo per quanto visto in campo, loro hanno qualità tecniche sicuramente superiori, il loro terzo goal è semplicemente da applausi – ha detto ai nostri microfoni a fine gara mister Pasquale Cerrato – Abbiamo avuto qualche occasione per fare goal alla fine e il campo lo abbiamo tenuto bene, i ragazzi hanno rispettato quello che avevamo programmato in settimana. Avevo chiesto di stare attenti e non distrarci, purtroppo alla prima vera disattenzione abbiamo subito goal. Quando incontri determinate squadre, come Lazio o Roma, c’è un gap importante: capita che nei ragazzi subentri un po’ di sconforto. Ogni volta che siamo andati sotto in campionato con squadre alla nostra portata abbiamo sempre avuto la forza di reagire e le nostre vittorie sono quasi sempre arrivate da una rimonta. A questa squadra non si può imputare il fatto di rimanere in partita in seguito ad uno svantaggio”.

L’analisi di Cerrato prosegue: “Sapevamo delle loro qualità e che giocassero molto sulle catene esterne, infatti ci siamo schierati in campo con un 4-3-1-2, andando con i due attaccanti a limitare l’uscita sulle catene laterali contro i due terzini avversari che sono dei veri e propri treni; siamo anche riusciti anche abbastanza bene in questo lavoro di contenimento. Ovviamente dopo il vantaggio la gara per loro si è messa in discesa. Sicuramente i ragazzi oggi devono imparare che bisogna rimanere sempre in partita, infatti il calcio è bello perché è fatto di episodi che possono cambiare l’andamento di una gara, ma l’obiettivo è sempre la crescita e in questo ci stiamo riuscendo. Quattro di loro hanno esordito in primavera e siamo soddisfatti”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili