Connect with us

News

L’esterno che non ti aspetti: Ventura scopre la carta Cicerelli, il classe ’94 può essere un fattore

Questione di fiducia, quella fiducia che in granata Emanuele Cicerelli non ha mai sentito fino in fondo. Il classe ’94 è approdato a Salerno nell’estate di due anni fa dopo due ottime stagioni in C con la Paganese (63 presenze e 8 reti), esordendo il 7 ottobre del 2017 contro l’Ascoli. A quella presenza ne faranno seguito solo altre due che lo spingono a gennaio a fare ritorno in terza serie per trovare minutaggio con la maglia del Pordenone. L’anno succesivo i presupposti per rimanere al cavalluccio vengono di nuovo meno, Colantuono non lo vede e allora il calciatore matura la decisione di tornare nella sua Puglia per rilanciarsi. A Foggia saranno 22 le presenze, condite da due gol, con il dispiacere finale della retrocessione dei satanelli. Al ritorno in Campania qualcosa cambia. Emanuele ha voglia di mettere in difficoltà il nuovo tecnico Ventura e la Salernitana finalmente di credere in lui: arriva il prolungamento di contratto, accordo fino al 2021 (iniziale scadenza era 2020), con la possibilità quindi concreta di restare. Una possibilità che diviene quasi certezza quando nelle distinte ufficiali di Salernitana-Pescara compare il suo nome, è il suo secondo esordio in granata dopo quello del derby vittorioso al Partenio contro l’Avellino (2-3) dell’ottobre 2017. Cicerelli mostra finalmente quelle qualità tanto decantate, ma mai ammirate finora dalle parti dell’Arechi. Velocità e dribbling con i quali è bravo a giocare in ampiezza e profondità, mettendo in seria difficoltà l’esperto dirimpettaio Del Grosso. L’ex Melfi dimostra anche una certa sicurezza nei propri mezzi, sacrificio e coraggio nel tentare la giocata; nella ripresa rischia anche di andare a referto con un assist, ma il suo cross delizioso non viene concretizzato da Giannetti. Il pubblico salernitano apprezza e applaude, Emanuele mostra su instagram la sua soddisfazione nel post partita. Parte del merito va anche a Gian Piero Ventura che si è dimostrato, per l’ennesima volta, maestro di calcio. Il tecnico genovese ha creduto nel ragazzo, senza remore, andando oltre i numeri, tenendolo sotto osservazione nel ritiro di San Gregorio e ritrovandosi con un’inaspettata risorsa in più. Cicerelli ha risposto presente, cogliendo la chance, vista anche l’assenza di Lombardi, una chance che potrebbe finalmente non fargli più sfilare di dosso la maglia granata.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News