Connect with us

News

Lecce, Venezia e Pisa. Ventura sgambettato dalle sue ex: “Stavolta non ne parlo”

A Venezia e a Pisa gli è andata male, da ex di turno. “Tutti a piangere nel vedermi, poi però ho perso. Scaramanticamente, forse è meglio non parlare della mia esperienza all’Entella, anche se avrei da dire tante cose, più delle altre avventure”: Gian Piero Ventura sceglie un’altra strada, per provare a invertire la tendenza.

Certo, il passato non può essere ignorato, ancor più se parla genovese, come lui. Chiavari è a un tiro di schioppo dalla sua Genova. “Avevo qualche ruga in meno e tanti amici che non ci sono più. Quello era un calcio familiare, di amicizia. Oggi è diventato iperprofessionistico, mentre all’epoca valevano di più le strette di mano. A distanza di anni ho un ricordo piacevole. Chiavari fa parte della mia regione, resto legatissimo alla città. Quelle annate lasciano il segno. A distanza di tanti anni ancora ci vediamo con tanti giocatori e facciamo qualche cena insieme. Questo è impossibile nel calcio attuale. In due anni sono stati tanti i momenti bellissimi, pochissimi quelli brutti”, disse sei anni fa Gian Piero Ventura nell’ultima occasione in cui incrociò l’Entella, al termine di un’amichevole estiva disputata in Trentino con il suo Torino.

Le sue ex squadre, finora, lo hanno sgambettato. Detto di Venezia e Pisa, c’è pure da aggiungere il Lecce in Coppa Italia: al Via del Mare, nello stadio che celebrò i trionfi del tecnico nel biennio 1995/97 con il doppio salto dalla C alla A, la Salernitana subì una scoppola in Coppa Italia lo scorso agosto. Vincere, domani, anche per cancellare il tabù del passato del mister che alla guida dell’Entella vinse il campionato di Serie D nel 1984/85 e l’anno dopo (foto in alto con un giovane Luciano Spalletti alle spalle di Ventura) disputò il campionato di C2.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Advertisement
Advertisement

Altre news in News