Connect with us

News

Lassana, recupero poco probabile in vista del derby. Scorie degli altri da monitorare

Molto probabilmente non ci saranno recuperi dall’infermeria in vista del derby. “Lassana Coulibaly? Vediamo, ma è molto difficile”, ha tagliato corto ieri sera Stefano Colantuono a precisa domanda. Il centrocampista maliano è l’uomo più in avanti nel programma di recupero e aveva messo nel mirino proprio la gara contro il Napoli, ma a quanto pare non riuscirà ad essere disponibile. Il cerchio in calendario, dunque, potrebbe spostarsi alla partita del 7 novembre contro la Lazio per lui.

Lassana Coulibaly sta infatti recuperando da uno stiramento al muscolo semimembranoso sinistro rimediato contro il Genoa. Non è il solo giocatore fermo ai box per infortunio: tolto Veseli, positivo al Covid, sono fuori causa anche Capezzi, Bogdan, Ruggeri e Mamadou Coulibaly. Nessuno di loro sarà a disposizione per il match contro gli uomini di Spalletti. Colantuono, anzi, deve pregare che la situazione non subisca stravolgimenti in negativo: ieri Gyomber è uscito a 5′ dalla fine per il riacutizzarsi di dolori muscolari al flessore sinistro e anche Obi e Bonazzoli, entrambi sostituiti, erano a mezzo servizio per stessa ammissione dell’allenatore. Per non parlare di Ribéry. Il francese, al pari degli altri compagni impiegati ieri a Venezia, oggi farà soltanto un blando lavoro di rigenerazione e scarico muscolare. Deve essere preservato: a 38 anni e senza un ritiro precampionato nelle gambe, la prima occasione in cui ha giocato 90′ per due volte nell’arco di tre giorni potrebbe poi pesare sull’ulteriore impegno ravvicinato.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News