Connect with us

News

L’Arechi si prepara per la ripresa: sanificazione, illuminazione e rinnovo della convenzione

Sulla via della ripresa, sono iniziati i discorsi in merito alla gestione dello stadio Arechi, da attrezzare per il ritorno in campo. Il primo punto è il prolungamento della convenzione tra Comune di Salerno e Salernitana. L’incontro tra Angelo Caramanno e il duo Lotito-Mezzaroma non è ancora avvenuto, ma l’assessore allo sport ha avviato i colloqui con il segretario dei granata Dibrogni per prolungare il contratto fino al termine della stagione agonistica, previsto non oltre il 20 agosto dalla Lega B. I dettagli sui costi sono ancora da decifrare: dovrebbero rimanere le stesse regole, che però si basano su una percentuale dell’incasso devoluta al Comune e con i botteghini chiusi questa voce direbbe 0.
A proposito di spese, un altro punto sarà la sanificazione dell’impianto. A occuparsene sarà la Protezione Civile, la quale interverrà nelle sezioni che potranno essere fruibili: spogliatoi, parterre, tribuna inferiore e tribuna stampa. Ma già Salerno Pulita si occupa ogni settimana di interventi ordinari e straordinari. Oltre a questo ci saranno misure da prendere per l’attuazione del protocollo come gli arrivi scaglionati per arbitri e giocatori, che nel caso della squadra di casa dovranno recarsi allo stadio privatamente, mentre i tesserati ospiti dovranno essere separati in due bus.
L’ultimo capitolo è quello dell’illuminazione. Dato il caldo del periodo estivo, la Lega B è intenzionata a proporre molte gare in orario serale e sarà quindi necessario curare l’illuminazione artificiale. Il 30 novembre questa fece cilecca in occasione della gara contro l’Ascoli e l’ente comunale corse ai ripari noleggiando un nuovo gruppo elettrogeno da 700kw per evitare altri cali di tensione nei riflettori in vista delle partite con Crotone e Pordenone. Alla ditta El.gi. srl sono stati versati circa 50mila euro tra fornitura provvisoria e noleggio. Il Comune, prevedendo sei partite casalinghe più playoff, ha fatto un rapido calcolo e ha valutato stavolta di procedere con l’acquisto che costerá intorno ai 120mila euro.
Tutti preparativi che assomigliano a delle prove generali: “Siamo operativi, ci faremo trovare pronti – ha annunciato Caramanno – Siamo, però, in attesa di sapere se, quando e come si giocherà”. Sarà soddisfatto Gian Piero Venutura, che condivide l’attesa di conoscere le date della riapertura: “Auspico che possa accadere dal 27 giugno, così da rispettare le quattro settimane di allenamento”. È quanto riporta oggi il Mattino.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News