Connect with us

News

Kupisz è ramarro: “Porto esperienza e serenità”. Saluto social a Salerno: “A presto, wagliù”

Tomasz Kupisz ha salutato Salerno per accasarsi al Pordenone e cimentarsi in un’altra impresa. È stato alla Salernitana un solo anno, ma si è trattato di una stagione unica e indimenticabile per chi ne ha fatto parte e per tutta la città. Nonostante l’addio e le future avventure lontane dall’Arechi, il legame rimarrà indelebile.

Il commiato social

Più che un addio, i saluti del calciatore polacco sono un arrivederci. Nel suo ultimo post su Instagram infatti, ha lodato il gruppo che ha realizzato un sogno apparentemente irraggiungibile all’inizio, ringraziando tutti i “leoni” che hanno dato il loro contributo al miracolo. “Quando sono arrivato lo scorso anno a Salerno nemmeno lo sognavo quello che invece alla fine tutti insieme siamo riusciti a fare…..la Serie A! Ho trovato un gruppo vero che dal primo giorno aveva un unico obiettivo e alla fine lo ha raggiunto! Tutti Lions alla grande. Ringrazio tutti i compagni di squadra, il mister, lo staff tecnico, la società, tutti quelli che lavorano dietro le quinte e tutta la città. See you soon, wagliù”, ha scritto il polacco sui social, abbinando il suo pensiero alla foto che lo ritrae sorridente, in maglia granata, con il premio per il secondo posto in campionato.

Primo atto a Pordenone

Ieri pomeriggio c’è stata la presentazione alla stampa friulana; queste le sue prime parole da calciatore neroverde: “Le mie prime sensazioni? Sono arrivato oggi e ho visto un’organizzazione da Serie A, un ambiente amichevole e non vedo l’ora di raggiungere la squadra. Appena mi ha chiamato il direttore mi ha convinto e ho fatto questa scelta“. In seguito il laterale ha spiegato cosa sarà in grado di portare alla causa del Pordenone: “Non sono più giovane come prima quindi voglio portare esperienza e serenità nello spogliatoio e dare così una mano alla squadra. In Italia i moduli sono cambiati molto, si gioca molto con il 3-5-2 e ho imparato a fare il laterale, avendo giocato sempre in Serie B poi ho sempre giocato come esterno alto nel 4-4-2 o nel 4-2-3-1, quindi è un ruolo che conosco molto bene. Sono un giocatore generoso, classiche caratteristiche dei giocatori di fascia, tanta corsa, fisicità e nelle migliori annate ho fatto gol e assist, non vedo l’ora di ricominciare“. Infine le sue previsioni sul prossimo campionato: “Sarà un’annata difficile, ci sono tante squadre che non sono salite l’anno scorso e sono scese squadre importanti. Ma non contano le squadre, non conta la categoria, conta quello che fai tu quando scendi in campo, come ha dimostrato Salerno l’anno scorso“. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tomasz Kupisz (@tomasz_kupisz)

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News