Connect with us

News

Italiano senza limiti: “Ora cerchiamo continuità”

La Fiorentina sogna l’Europa e lo fa grazie ai tre punti conquistati nel derby col Bologna. I viola stazionano adesso al quinto posto, dopo aver scavalcato la Roma che non è riuscita a fare risultato contro l’Inter. Vittoria in trasferta che mancava da più di due mesi e dà continuità al buon momento della squadra di Italiano, intervenuto ai microfoni di Dazn nel post partita per dire la propria sul periodo che sta attraversando la squadra: “C’è tanto da lavorare perché sei giorni fa abbiamo perso ad Empoli e dopo sei giorni siamo riusciti a fare sei punti tutti meritati; reagire prima con la Samp e poi venire qui a battere il Bologna è un merito enorme per i ragazzi. Avevamo preparato questa partita nel migliore dei modi nei minimi dettagli; per me è un immenso piacere esser tornato alla vittoria lontano dal Franchi visto che ultimamente non riuscivamo a raccogliere punti. Sono contento anche del fatto che queste rotazioni stanno pagando: Maleh oggi è stato grandioso andando pure a segno. Anche Nico (Gonzalez) oggi tornato titolare e ha fatto quello che avete visto tutti. Mi auguro che questa partitaci dia ancor più entusiasmo, consapevolezza ed autostima perché possiamo fare ancora bene ma dobbiamo lavorare come stiamo facendo”.

Secondo il mister questa partita era davvero fondamentale sia per acquisire maturità ma anche per smentire le voci sulla “sindrome da trasferta” di cui si parlava: “Mi auguro sia una partita che ci lasci tanto perché battere questo Bologna, che è una squadra in ottima salute e che ha messo in difficoltà varie corazzate quest’anno, non era affatto semplice. Sono convinto che sia una partita importante soprattutto per come è avvenuta la vittoria, venendo qui a fare gioco, con tanto possesso palla e concedendo poco”. Per quanto riguarda la situazione in classifica Italiano non si è sbilanciato: “Lì davanti le prime quattro vanno fortissimo e a mio parere sono irraggiungibili; noi siam lì dietro e cercheremo di mantenere questa posizione in classifica. Se continuiamo a fare prestazioni come questa di oggi possiamo toglierci belle soddisfazioni, però anche io come voi sono alla ricerca di una continuità e di una maturità che non abbiamo avuto. Vedremo alla fine del girone d’andata dove saremo posizionati; da lì prospetteremo il nostro futuro”.

La classifica ha un valore ancora più alto visto che è stata ottenuta senza Gonzalez (indisponibile nelle ultime uscite), uno dei giocatori più talentuosi di questa Viola: “A dire il vero ci ho pensato fino all’ultimo se schierarlo dall’inizio o conservarlo per inserirlo a partita in corso. Però volevo più velocità e imprevedibilità davanti, perché loro alzano spesso i quinti e se fossimo riusciti a fare qualche break li volevo subito in verticale, sia Sottil che lui che Dusan. Quando i calciatori si convincono che possono determinare ed iniziano ad essere tanto esigenti con loro stessi, facendo questo per la squadra, allora tutte le società ne traggono vantaggio. Oggi Gonzalez ha fatto per bene il suo dovere”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News