Connect with us

News

Il Ministro per lo Sport Spadafora a La Repubblica: “Irrealistico ripartire il 3 maggio”

Le recenti dichiarazioni del Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora sono un duro colpo alla speranza di vedere presto questa stagione concludersi. Il ministro ha fatto chiaramente intendere che pensare a un eventuale ripresa è ancora molto prematuro: “Il calcio non ripartirà il 3 maggio – spiega a La RepubblicaLe squadre di Serie A hanno già sbagliato quando era il momento di fermarsi. Ora devono capire che nulla sarà più come prima“. Sarà inevitabile rinunciare alle vecchie abitudini, ma persino questo è un discorso che appare ancora lontano: “Pensavo ai nostri ragazzi abituati a stringersi, abbracciarsi, passarsi la bottiglietta d’acqua, questo mancherà per molto tempo. Riprendere le partite il 3 maggio è irrealistico. Domani proporrò di prorogare il blocco alle manifestazioni sportive di ogni ordine e grado per tutto aprile, inoltre estenderò la misura agli allenamenti, sui quali non eravamo ancora intervenuti perché c’era ancora la possibilità che si tenessero le Olimpiadi“.
Come se tutto ciò non bastasse bisogna far fronte ai problemi economici che questa emergenza sta comportando anche nel mondo dello sport, e il politico ne approfitta per un duro attacco al vertice del calcio italiano: “Lo sport non è solo il calcio e il calcio non è solo la Serie A. Destinerò 400 milioni allo sport di base, alle associazioni dilettantistiche sui territori, a un tessuto che sono certo sarà uno dei motori della rinascita. Dal calcio di Serie A invece mi aspetto che le richieste siano accompagnate da una seria volontà di cambiamento: le società vivono in una bolla, al di sopra delle loro possibilità, a partire dagli stipendi milionari dei calciatori“.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News