Connect with us

News

Il grazie di Dziczek e società: “A chi ha prestato subito soccorsi, a Di Tacchio e Parigini”

Lo spavento e la velocità nei soccorsi, capitan Di Tacchio che si trasforma in eroe non solo dietro ad un pallone, che getta il cuore oltre l’ostacolo e insieme a Parigini presta il primissimo soccorso in campo a Dziczek. I colori delle maglie che si mischiano e non esistono più avversari, medici in prima linea. Questi ed altri ringraziamenti che il giocatore polacco – dopo il malore accusato ieri in campo al Del Duca di Ascoli – ha riservato tra le righe di una nota ufficiale della società granata:

 “Grazie a tutti”. È il messaggio che Patryk Dziczek intende rivolgere a quanti si sono prodigati in suo soccorso con eccezionale tempismo in seguito al malore avuto durante la gara di ieri. L’ U.S. Salernitana 1919 – si legge nel comunicato – rendendosi interprete del sentimento del calciatore, della Proprietà, nonché dell’intera città di Salerno esprime la profonda gratitudine a tutti quelli che ieri, allo stadio Del Duca, si sono presi cura di Patryk. In particolare, ci corre l’obbligo di ringraziare il medico sociale dell’Ascoli Calcio, il personale medico e lo staff dell’ambulanza presenti allo stadio, nonché il calciatore Parigini e tutti i giocatori bianconeri, che insieme al nostro capitano Di Tacchio ed agli altri calciatori della U.S. Salernitana 1919, si sono prodigati per soccorrere Patryk Dziczek con tempismo e straordinaria freddezza. Si ringrazia altresì l’Ospedale “Mazzoni” di Ascoli per aver effettuato in poco tempo tutti gli accertamenti del caso”.

 

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News