Connect with us

News

I “mille e una notte” per un timido saluto finale: soltanto i tifosi granata ci credono a Cremona

Un timido saluto degli undici giocatori della Salernitana che vale forse il prezzo del biglietto per i circa mille tifosi che hanno raggiunto lo Zini di Cremona. Un silenzio dall’altro lato, nel settore grigiorosso, che ha contribuito – molto probabilmente – alla spinta in più sul rettangolo verde per gli uomini di mister Baroni. Voleva ricucire lo strappo con i suoi ultras e vincere la Cremonese e alla fine ci riesce sotto gli occhi comunque di 7846 spettatori che hanno occupato i posti dello stadio lombardo. Una trasferta che rimane indigesta invece alla torcida granata, che non ha smesso nemmeno per un secondo di incoraggiare la squadra, intonando i cori, battendo le mani verso l’alto e alla fine vincendo il match. I mille granata si sono “scontrati” con il silenzio assordante dei tifosi grigiorossi che – come annunciato in settimana – hanno preso posto nel proprio settore, lasciandolo anzitempo al decimo minuto, dopo aver mostrato uno striscione di protesta e di dissenso verso la squadra. Protagonisti però 3 tifosi della Cremonese che hanno letteralmente preso in giro mister Ventura ad inizio primo tempo, intonando alle sue spalle: “Portaci ai mondiali..”. Ma la Salernitana non vince in trasferta dal lontano 29 settembre e – a quanto pare – a guadagnare punti e presenze sul registro, macinando chilometri e tifando incondizionatamente, sono sempre i tifosi del cavalluccio, nonostante – questa sera – sia davvero: “Mille e una notte..” (fonda) e a sfumature granata.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News