Connect with us

News

Gregucci, precedenti interni ok con Pescara e Pillon. Trainer abruzzese soffiò un trofeo ai granata…

Gregucci vs Pillon, una sfida che ha radici profonde, fin dentro gli esordi nel calcio professionistico dell’attuale mister campano. Che, dal 1982, muoveva i primi passi da difensore con la maglia dell’Alessandria in C2 (aveva esordito l’anno prima nel Taranto, mentre il suo futuro collega si avviava verso la chiusura di una pur buona carriera da calciatore: quattro le sfide tra loro a casa Gregucci in calzoncini e scarpini, con due vittorie per il tecnico granata, una per Pillon e un pareggio. Nel torneo di C2 1982/83 l’Alessandria di Greg – un tempo chioma e caschetto biondi – si faceva sorprendere in casa dal Prato in cui militava Pillon (0-2). L’attuale trainer del Pescara passò all’Asti nel torneo seguente, facendo visita per ben due volte ai grigi: 1-1 in campionato (rete proprio di Pillon per i suoi) e 3-1 per l’Alessandria in Coppa Italia. Infine, il successo per 2-1 dei piemontesi di Gregucci nell’85/86 contro lo Spezia che vide anche in quell’occasione Pillon in campo 90′.

E poi, le sfide da tecnici. Tre in tutto con Gregucci padrone di casa, con due segni X e un successo per lui, relativo alla stagione 2010/11 (SassuoloLivorno 1-0). Era terminata a reti inviolate la gara del torneo di Serie B 2008/09 tra il Vicenza dell’ex difensore laziale e il Treviso di Pillon. I due mister si sono sfidati per l’ultima volta nel campionato di Serie C 2015/16: Gregucci guidava l’Alessandria, Pillon il Padova, finì 1-1 al Moccagatta.

GREGUCCI E IL PESCARA. L’allenatore della Salernitana ha ospitato tre volte il delfino da calciatore, sia con la casacca della Lazio (3-0 nella Serie B 1986/87 e 2-2 nella Serie A 1988/89 con un suo gol ad aprire le marcature, fu però anche espulso al 73′ per doppia ammonizione) che con quella della Reggiana (vittoria 3-1 nel torneo cadetto 95/96). Quattro, invece, le visite del Pescara al Gregucci allenatore che gli ha imposto il segno dello stop in ben tre occasioni: l’unica sconfitta casalinga la rimediò proprio alla guida della Salernitana nel 2004/05 (0-2, marcatori Terra e Job). L’anno prima, alla guida del Venezia, aveva regolato gli abruzzesi col medesimo punteggio al Penzo. Ha poi incrementato il bottino di successi nel 2006/06 da mister del Vicenza (1-0) e nel 2010/11 col Sassuolo (2-0).

PILLON E LA SALERNITANA. L’attuale trainer del Pescara ha fatto visita ai granata una volta anche da calciatore, il 16 giugno del 1980 al Vestuti, dov’era in campo con la casacca del Padova nella finale d’andata della Coppa Italia Serie C che i granata vinsero 3-1 (salvo poi perdere ritorno e trofeo malamente al ritorno, 4-0). Pillon non si accomoda sulla panchina dell’Arechi da ben 15 anni: l’ultima volta allenava il Bari nel 2003 e perse 2-0 (doppietta di Di Vicino) contro la Salernitana; l’anno precedente, alla guida dell’Ascoli, aveva invece portato a casa l’intera posta in palio (1-2). La sua prima volta in via Allende è invece datata 13 dicembre 2000 da tecnico della Pistoiese, perse 1-0 (marcatore Di Michele).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News