Connect with us

News

Gondo accelera e vuole stringere i denti: Castori lo ha sempre schierato titolare

Da quando è tornato, Castori non ne ha fatto più a meno. Cedric Gondo, l’uomo che non ci si aspettava, ha sempre giocato titolare: Atalanta, Verona, Sassuolo, Genoa, tutte partite cominciate in prima linea e peraltro ben giocate, al di sopra della sufficienza. E pensare che c’era chi aveva inserito il suo ritorno in Campania nel contenitore delle lamentele continue. Al solito.

Solo un affaticamento?

Oggi potrebbe essere una giornata decisiva per il recupero di Gondo. Come si legge sull’odierna edizione del quotidiano Il Mattino, la punta ivoriana ha avuto il conforto della risonanza magnetica, secondo cui il fastidio muscolare all’adduttore sinistro accusato lunedì alla ripresa della preparazione non era dipendente da una lesione. Dopo due giorni di lavoro differenziato e terapie, dunque, Gondo nel pomeriggio potrebbe riaggregarsi ai compagni. Dovrà però gestirsi, ovviamente. Tenendo conto della brutta botta allo stinco subita da Bonazzoli l’altro ieri (ma anche lui potrebbe stringere i denti) e dei fortissimi dubbi su Ribéry (più no che sì, ma la fiammella della speranza resta accesa), l’ex Rieti potrebbe anche essere gettato nella mischia dall’inizio. Magari, considerando già la sua necessaria sostituzione in corso d’opera, cosa del resto già avvenuta nelle quattro partite finora disputate dal ragazzo classe 1996.

L’importanza di chiamarsi Cedric

Tornato in granata a metà settembre, dopo un lungo tira e molla che lo ha visto indirettamente protagonista in una situazione più grande di lui, Gondo è balzato subito in vetta nelle gerarchie dell’allenatore, che lo ha fortemente voluto dopo l’esperienza dello scorso anno. L’uno conosce l’altro: Castori sa quanto l’attaccante possa dare e come, il giocatore ha perfettamente chiara la missione che il tecnico gli chiede di volta in volta. Pressing, fastidio continuo ai costruttori di gioco dal basso avversari, attacco della profondità. Particolare non di poco conto, Gondo è stato il primo attaccante granata ad andare in gol su azione, peraltro di fondamentale importanza, visto che ha originato la mini rimonta contro il Verona all’Arechi. E poi, non si vuol pensare alla scaramanzia? Porta la sua firma l’ultima rete rifilata dalla Salernitana – purtroppo inutilmente – allo Spezia il 31 luglio 2020 all’Arechi (1-2 in finale).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News