Connect with us

News

Giudice Sportivo 15ma: lancio oggetti e ritardo, multa alla Salernitana

Una multa di 8mila euro totali, di cui 5mila per un medievale lancio di oggetti in campo. Ancora una volta pochi sciocchi macchiano la bella figura fatta ieri dalla tifoseria della Salernitana con la scenografia prepartita. Il club granata è stato infatti multato di 5mila euro dal giudice sportivo della Lega Serie A “per avere suoi sostenitori, nel corso del primo tempo, lanciato sul terreno di gioco oggetti di varia natura“.

Il riferimento è all’episodio del gol di Chiellini poi annullato: quando il capitano juventino è andato ad esultare all’angolo più vicino, sia dal settore distinti, sia dalla curva sud sono state lanciati alcuni bicchieri e bottigliette. Già contro l’Atalanta si erano verificati inqualificabili episodi del genere dopo l’esultanza degli atalantini. La “colpa”, a quanto pare, è segnare sotto la curva sud, peraltro senza gioire in maniera provocatoria nei confronti dei tifosi. In Serie A soprattutto e con tanti mezzi d’informazione pronti a estrarre la lente d’ingrandimento, è arrivato davvero il momento di smetterla con comportamenti del genere. I calciatori, tutti e in qualsiasi stadio, devono poter esultare dove vogliono, se non compiono gesti offensivi. Doppiamente sciocchi i responsabili di queste vergognose quanto inutili azioni, peraltro, perché le telecamere di videosorveglianza consentono facilmente di individuare i volti degli autori.

Sempre relativamente alle gare giocate ieri, la Salernitana è stata multata di altri 3mila euro (con lei anche la Juventus) “per aver ingiustificatamente ritardato di circa 4 minuti l’inizio della gara“. Ammenda pesante anche al Verona (10mila euro) per cori insultanti di matrice territoriale dei propri tifosi nei confronti dei sostenitori del Cagliari.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News