Connect with us

News

Genoa a Salerno senza Biraschi. Tanti ex fuori dal campo: l’amarcord dei salernitani

Il Genoa scenderà in campo sabato all’Arechi senza Davide Biraschi. Il difensore, sostituito al 64′ della partita contro il Verona, ha infatti riportato una lesione di primo grado all’adduttore lungo sinistro e dovrà stare fuori per tre settimane, come si legge nel report medico ufficiale del sodalizio rossoblu. Sempre in chiave infermeria, in dubbio Sturaro e Caicedo, vittime di fastidi muscolari.

La carica di Destro

La squadra di Ballardini ha 5 punti in classifica, frutto di due pareggi e una sola vittoria. “Dobbiamo cercare di approcciare subito la partita in questo modo e non aspettare che gli altri ci facciano male, a Salerno sarà dura come tutte le domeniche, il campionato è difficile e dobbiamo affrontare la partita nella maniera giusta”, ha detto l’attaccante Mattia Destro, protagonista della rimonta completata contro l’Hellas e poi strozzata dal nuovo pareggio di Kalinic nell’ultimo turno di campionato.

I salernitani a Genova

Nella rosa rossoblu non figurano ex di turno. Piuttosto, ve ne sono dietro le quinte, tra staff tecnico e soprattutto dirigenza. In primis quel Diodato Abagnara, salernitano doc, che è stato per quattordici anni il factotum della Salernitana Sport con Casillo prima ed Aliberti poi, dal 1991 al fallimento del club nel 2005. Da segretario generale del cavalluccio, è poi passato al Genoa con lo stesso ruolo. Sarà per lui un amarcord non indifferente. Idem con patate per Tano Pecoraro, fotografo ufficiale del club ligure ma tifoso granata purosangue che tuttora, quando può, segue con i suoi scatti da bordo campo le gare della Salernitana soprattutto al nord Italia. Non potrà non essere presente sabato, lui che è stato fotografo ufficiale anche del cavalluccio fino al termine dell’era Lombardi.

Gli altri ex di turno

Nella dirigenza del Genoa fa parte anche Marco Rossi, in qualità di club manager. Oggi 43enne, l’ex esterno destro offensivo è reduce da una carriera terminata nelle file del grifone per ben dieci anni dal 2003 al 2013, con quasi 400 partite disputate, ma che ha avuto un’importante tappa proprio a Salerno dal 1998 al 2000 negli anni d’oro della gestione Aliberti. In granata ha infatti disputato 47 partite, segnando 3 gol tra Serie A e B. Da ex ha già affrontato i granata all’Arechi da giocatore, l’ultima volta nel famigerato match di semifinale playoff contro il Genoa in C1, quando si procurò un (dubbio) rigore allo scadere che consentì agli ospiti di accorciare le distanze e perdere solo 2-1, risultato poi decisivo ai fini della qualificazione vista la fotocopia del ritorno e il miglior piazzamento in regular season dei genoani. Assieme a Marco Rossi, c’è anche un altro ex granata nello staff del Genoa: si tratta di Roberto Beni, collaboratore tecnico di mister Ballardini, tornato al seguito del 57enne trainer proprio la scorsa stagione, dopo aver iniziato con lui la carriera in panchina a San Benedetto del Tronto. Beni ha lavorato per la Salernitana nella stagione 2018/19 dapprima come vice di Stefano Colantuono, poi come allenatore della formazione Primavera.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News