Connect with us

News

Fiorentina spietata, è poker ai granata: al Franchi altro pesante ko

TABELLINO FIORENTINA-SALERNITANA 4-0

 

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Odriozola (42′ st Venuti), Milenkovic (1′ st Igor), Martinez Quarta, Biraghi (42′ st Terzic); Duncan (24′ st Maleh), Torreira, Bonaventura; Callejon (27′ st Sottil), Vlahovic, Gonzalez. A disp: Rosati, Cerofolini, Amrabat, Benassi, Pulgar, Saponara, Kokorin. All: Italiano.

SALERNITANA (4-3-2-1): Belec; Veseli (1′ st Delli Carri), Gyomber, Bogdan, Ranieri (46′ st Jaroszynski); Kechrida, Kastanos (7′ st Bonazzoli), L. Coulibaly; Obi (17′ st Schiavone), Ribery (46′ st Di Tacchio); Simy. A disp: Fiorillo, Guerrieri, Gagliolo. All: Colantuono.

 

ARBITRO: Davide Ghersini di Genova. (Capaldo e Yoshikawa. IV:Mele). Var: Nasca (Dei Giudici).

NOTE. Marcatori: Bonaventura al 31′ pt, Vlahovic al 6′ e 39′ st, Maleh al 45′ st. Ammoniti: Milenkovic (F), Kastanos (S). Angoli: 2-3.

 

Cambiando l’ordine dei fattori il risultato non cambia. Stavolta non demerita, approccia con il giusto piglio e tiene per larghi tratti botta al cospetto di un avversario di ben superiore cifra tecnica. Ma, tirando una linea, non resta nulla: altra sconfitta, altri quattro gol al passivo, altro zero alla voce gol segnati. La Salernitana esce sconfitta anche dal Franchi: il 4-0 con cui la Fiorentina archivia la pratica è sicuramente troppo severo rispetto a quanto visto in campo. Con una prova generosa, i rabberciati granata hanno creato più d’un grattacapo alla Fiorentina. A far la differenza, oltre alle individualità, le solite e colossali ingenuità con cui i granata riescono puntualmente a complicarsi un compito già proibitivo in partenza. La classifica del resto parla chiaro: otto punti in diciassette gare sono lo specchio degli evidenti limiti di una squadra costruita male ed aggiustata anche peggio.

 

LA CRONACA. Colantuono non si smentisce e cambia ancora undici e spartito tattico. Il tecnico granata le prova tutte per invertire un trend decisamente preoccupante, malgrado il risicato novero di scelte a disposizione. La novità di giornata è la presenza di Kastanos nelle inedite vesti di metodista davanti alla difesa, con Kechrida e Lassana Coulibaly intermedi. Obi funge da guastatore con compiti di copertura su Torreira, l’applauditissimo ex Ribéry a supporto di Simy. Conferma in blocco per il pacchetto arretrato. Italiano non deroga dal 4-3-3, rispetto alle indicazioni della vigilia la novità è la presenza di Callejon nel tridente in luogo di Saponara.

Al 14′ ghiotta chance per la Salernitana. Kastanos sradica palla a Vlahovic e lancia Simy in campo aperto, il nigeriano sembra in vantaggio ma perde il contatto visivo col pallone e si fa anticipare da Terracciano in provvidenziale uscita. Salernitana ancora pericolosa al 18′. Ripartenza di Kechrida, cross per Simy che ha spazio ma non calcia, scarico per Ribéry che appoggia per Lassana il cui tiro è deviato in corner da Quarta.

Ribéry è ispirato e carico come una molla. Il francese al 23′ propizia un’altra chance quando salta netto Odriozola e Bonaventura e serve il liberissimo Obi che a tu per tu con Terracciano manca il controllo decisivo. Al 24′ si fa vedere anche la Fiorentina. Pallaccia regalata da Kechrida, cambio fronte viola per Biraghi che crossa al centro dove svetta Vlahovic, palla a lato. Il gigante serbo ci riprova qualche minuto più tardi, stavolta su cross di Callejon, ma con stesso risultato.

E’ il preludio del gol che arriva al 31′. Ghersini fa correre su un contatto Duncan-Obi, ripartenza viola ed imbeccata per il solissimo Callejon, dimenticato da Ranieri. Cross al centro, Veseli non libera e serve involontariamente l’accorrente Bonaventura che con un mezzo collo esterno buca le mani di un Belec ancora una volta non irreprensibile. Salernitana in svantaggio e costretta nuovamente a rincorrere, stavolta dopo un incoraggiante inizio e buon approccio al match. I granata potrebbero subito pareggiare, ma Simy di testa s’accartoccia goffamente e non inquadra lo specchio. Altra buona chance granata al 39′. Traversone di Ranieri, Obi ci prova addirittura col tacco ma Milenkovic rimpalla. Al 41′ la Fiorentina potrebbe raddoppiare. Torreira danza palla al piede sulla trequarti e scucchiaia per Vlahovic, tenuto in gioco da Bogdan. Il bomber viola da pochi metri grazia Belec. Al 43′ altra colossale chance granata. Ribéry s’accentra e manda in porta Obi che spara addosso a Terracciano. La gara è vivace e ricca di capovolgimenti di fronte. Al 45′ stavolta Belec è provvidenziale prima su Callejon e poi su Bonaventura.

Colantuono lascia negli spogliatoi Veseli, c’è spazio per l’esordio in A di Delli Carri. Al 51′ però i viola raddoppiano. Ribéry sbaglia il suggerimento per Simy, ripartenza fulminea dei padroni di casa con Vlahovic che punta Bogdan e beffa con un mancino velenoso ma non irresistibile Belec, ancora protagonista negativo nell’occasione. Entrano anche Bonazzoli e Schiavone per Kastanos e Obi, ma la Salernitana non ha più la forza per reagire. Al 22′ lampo del neoentrato Delli Carri che da fermo impegna Terracciano in un intervento non semplice. La Fiorentina è padrona del campo ma trova il tris, la Salernitana spreca ancora in ripartenza con Ribéry, generoso ma impreciso nel momento della giocata risolutiva. Simy accorcia le distanze, ma è in millimetrico offside. Ancora il nigeriano al 35′ si lascia ipnotizzare da Terracciano da ottima posizione. Al 39′ arriva anche il tris. Sottil s’invola e lascia sul posto Delli Carri, suggerimento perfetto per l’accorrente Vlahovic che brucia Bogdan e fulmina Belec. Allo scadere arriva anche il poker viola. Piazzato di Vlahovic, respinta di Belec proprio sui piedi di Maleh che arrotonda il risultato. Finisce 4-0, il Franchi festeggia ed osanna il condottiero Italiano. Colantuono torna ancora a casa a bocca asciutta in attesa della sfida all’Inter. Si salvi chi può…

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.





Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News