Connect with us

News

Euro U21 al via, un tempo erano protagonisti granata e freschi ex. Italia non vince dai tempi di… Rosina

Campionati in vacanza, ma è sempre tempo di calcio per gli indomiti appassionati. All’indomani dell’ultimo atto del Mondiale U20 che ha visto l’Italia perdere la finale 3/4 posto, tutto è pronto per il via ai campionati europei U21 che vedranno una sola vecchia conoscenza degli sportivi salernitani ai nastri di partenza: si tratta di Borsi Radunovic, portiere della Serbia (nella stagione appena trascorsa alla Cremonese) che ha conquistato la qualificazione con la sua nazionale proprio durante il periodo di permanenza in Campania.

Gli azzurrini di Gigi Di Biagio giocheranno in casa (Bologna, Cesena, Reggio Emilia, Trieste, Udine, più San Marino, sono gli stadi designati), nel tentativo di raggiungere il gradino più alto del podio che manca dal lontano 2004. In quell’anno, fece parte della rosa degli azzurrini anche l’attuale calciatore della Salernitana, Alessandro Rosina. Unico calciatore azzurro ad aver disputato ben tre fasi finali della massima competizione continentale di categoria (2004/2006/2007). Proprio da quando l’UEFA ha deciso di passare agli anni dispari, l’Italia non ha mai più conquistato l’oro. C’era riuscita precedentemente in cinque occasioni, in cui spesso fra i protagonisti si sono trovati calciatori che ave. Oltre al già citato anno 2004, anche nel 2000 (con l’apporto degli allora centrocampisti del cavalluccio marino, Ighli Vannucchi e Marco Rossi, assieme a un freschissimo ex, all’epoca, come Ringhio Gattuso), nel 1996 (anche allora con una vecchia conoscenza granata che aveva lasciato Salerno soltanto da un anno, come Salvatore Fresi che guidò magistralmente la difesa azzurra alla conquista del titolo; della rosa faceva parte anche Raffaele Ametrano, che avrebbe vestito la casacca del cavalluccio marino due stagioni più tardi, in Serie A), nel 1994 (con un giovanissimo Emiliano Bigica che avrebbe indossato la maglia della Salernitana sette anni più tardi) e nel 1992.

Nella storia degli Europei U21, andando indietro nel tempo anche quando l’Italia non è riuscita a lasciare il segno, spesso e volentieri ci si imbatte in Salerno. Già partendo dall’edizione 1978, la primissima, che vide un 23enne Agostino Di Bartolomei difendere i colori della Nazionale Italiana, assieme anche a Salvatore Bagni (che fu dirigente granata nel 1998/99) e Andrea Agostinelli (allenatore della Salernitana nel 2007/08). Con un salto al 1984, ecco il primo salernitano, quel Giuseppe Galderisi che sarebbe poi stato allenatore dei granata in una poco fortunata parentesi nel 2012. Nell’edizione successiva (1986) un altro salernitano in rosa, Massimo Filardi. Assieme a lui anche i portieri Zenga (transitato per Salerno nel 1978/79) e Lorieri (in granata sul finire della carriera nel 1999/00).

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News