Connect with us

News

Dragusin sogna la Nazionale: attesa la convocazione dalla Romania

Con tutta probabilità ci sarà anche Radu Drăgușin nei convocati della Romania, in vista dei prossimi impegni amichevoli programmati nel mese di marzo. Il difensore della Salernitana, infatti, ha attirato l’attenzione del selezionatore della propria nazionale, guadagnandosi una bella opportunità.

Dopo la pre convocazione già arrivata, nei prossimi giorni verrà diramato da parte della Federazione Romena l’elenco definitivo, in cui dovrebbe rientrare anche l’ex Sampdoria. La Romania giocherà in amichevole dapprima il 25 marzo in casa contro la Grecia, poi fuori casa il 29 contro Israele. Il difensore granata conta già 5 presenze con l’U21, e questa potrebbe essere la sua prima esperienza in nazionale maggiore. Notizia che rende sicuramente felice la società di Via Allende, che attualmente gode delle prestazioni del ragazzo acquistato in prestito a gennaio.

Dragusin e il sogno Nazionale

Difatti, il classe 2002 è stato portato a Salerno da Sabatini durante l’ultima sessione invernale di calciomercato. Arrivato fra lo scetticismo generale, vista l’età, ma soprattutto le opache apparizioni in blucerchiato, Drăgușin è riuscito a ritagliarsi il suo spazio, facendo quasi sempre bene. La prima delle 5 presenze collezionate fin qui con la casacca granata, è arrivata lo scorso 7 febbraio; in quella partita, terminata 2-2, il gigante romeno fu uno dei migliori, riuscendo a mostrare in campo precisione, attenzione e personalità. Anche nella gara successiva, contro il Genoa, egli non è stato da meno: a parte il troppo spazio lasciato all’autore dell’assist, in occasione del gol subito, si è contraddistinto per le sue letture corrette e per il mix di cattiveria e presenza fisica con cui è sceso in campo. Il difensore però, non si è comportato bene soltanto con le squadre di bassa classifica, ma anche contro il Milan. La sua marcatura in quella gara è stata utile a contenere il fantasista avversario, ed insieme al più esperto compagno di reparto Fazio, è riuscito a limitare le giocate offensive dei rossoneri. Da questo momento in poi, un piccolo calo d’attenzione che ha condizionato le ultime due gare: Arnautovic prima e Lautaro Martinez poi, sono riusciti a metterlo in seria difficoltà, facendo capire che su di lui bisogna ancora lavorare molto. Nonostante ciò, la preconvocazione fa ben sperare, (stiamo pur sempre parlando di un ragazzo di 20 anni); inoltre, perché no, potrebbe essere uno stimolo in più per tornare ad essere il difensore super puntuale e super concentrato visto nelle prime apparizioni in granata.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News