Connect with us

News

Domenica a Lecce la sfida numero 32: granata cercano nono exploit, l’anno scorso fu pareggio in extremis

Ormai è una classica. Domenica ci sarà la partita numero 32 tra Lecce e Salernitana, solo gare giocate in Salento. Rivalità tra i tifosi ma anche sul campo, i granata vanno a caccia della nona vittoria nella storia della sfida. Il bilancio delle precedenti 31 partite, infatti, sorride ai giallorossi: 5 i pareggi, addirittura 18 le vittorie del Lecce.

La prima partita è stata giocata nel febbraio del 1928, campionato di Seconda Divisione. E i granata vinsero: 2-1 con gol di Carlo Venturini e Giuseppe Barone, Locatelli la firma casalinga. Per la seconda partita bisogna aspettare nove anni e la sfida è doppia: il Lecce vince in Coppa 2-1 (doppietta di Buin, gol della Salernitana di Rodolfo Stilli), i granata invece festeggiarono in campionato (0-2 con gol di Ugo Starace e Carmine Iacovazzo).

La prima vittoria in campionato del Lecce arrivò sempre in Serie C nella stagione 39/40 netto 3-0 grazie alle due reti di Bisogni e a quella di Giannone su rigore. Nel 46/47 la prima partita della storia giocata in Serie B: gol di De Santis per l’1-0 del Lecce. Una pausa, poi di nuovo l’incrocio nel 48/49 sempre in B: fu poker salentino, ma la partita si ricorda soprattutto perché il terzino granata Manlio Scopigno fu costretto a sostituire tra i pali l’infortunato Aldo De Fazio. I gol furono di Stabellini (doppietta), Celani e Mosca. Dieci anni senza partite, poi di nuovo al Carlo Pranzo (vecchio stadio pugliese) nella stagione 58/59 in Serie C: ancora vittoria del Lecce, 2-0 con doppietta di Nucini.

Il primo segno X il 24 aprile 1960: 1-1, segnarono Cordone per il Lecce e Giancarlo Pomelli per i granata. Nella stagione successiva fu spettacolo, 4-2 per il Lecce con reti di Cataldo (due volte, poi si trasferì alla Salernitana), Gambino e Di Luna. Per i granata a segno Giuseppe Franzò, poi un autogol di Maccagni che nel ’62 segnò il rigore della vittoria per 1-0 dei salentini. Nel 62/63 fu sfida alla prima giornata (0-0), mentre nelle due stagioni successive il Lecce si impose sempre per 2-0: doppietta di Ciabattari nel ’64, Sestini e Tribuzio in gol dodici mesi dopo. La vendetta granata si consumò nel 65/66: 0-2 con doppietta di Pierino Prati all’esordio in un torneo poi vinto dal cavalluccio.

Un anno di pausa, poi 0-0 a Via del Mare. Nel 68/69 fu 2-1 per il Lecce, con i granata passati in vantaggio grazie al gol di Camillo Baffi e poi rimontati da Mammì e Sacchella. Dodici mesi dopo il Lecce strapazzò la Salernitana, 3-0 con le reti di De Mecenas, Frieri e Melina. Nella stagione 70/71, però, Giancarlo Bianchini regalò lo 0-1 al cavalluccio. 0-0 l’anno seguente, 1-0 Lecce (Ferrari) nel 72/73, 3-0 per i salentini nel 73/74 (marcatori Giagnoni e doppietta di Fiaschi). Poi i granata tornarono a vincere nel ’75: 3-1 grazie alla doppietta di Antonio Capone e al gol di Vito Chimenti, in mezzo il momentaneo 1-1 di Montenegro. Il gol del compianto Miguel Vitulano l’anno dopo fu inutile, il Lecce vinse 2-1 grazie all’autorete di Carmine Gentile e al gol di Ciardella. Il Lecce fu promosso in Serie B e le due squadre non si incrociarono per vent’anni.

La sfida si ripropose in cadetteria, stagione 94/95. Vinse la Salernitana, Giovanni Pisano e Pietro Strada ribaltarono il vantaggio locale firmato Melchiori. Nel 96/97 fu 2-2: Francioso e Palmieri portarono il Lecce sul 2-0 con due calci di rigore, poi la Salernitana pareggiò con Edoardo Artistico e Roberto Breda. Il Lecce vinse il campionato. Nel 2002/2003 i salentini tornarono in Serie B e vinsero la partita di campionato contro la Salernitana per 2-1: Eddy Baggio portò avanti i granata di Zeman, ribaltone firmato Chevanton e Giacomazzi. Il Lecce tornò in Serie A, ma nel 2008 la differenza di categoria non si fece sentire: terzo turno di Coppa Italia (proprio come domenica) e vittoria della Salernitana con gol di Arturo Di Napoli. Nel 2009/2010 invece Corvia fece l’1-0 con cui il Lecce tornò al successo in Serie B.

Due sfide in Prima Divisione. Nel 2013/2014 vinse il Lecce, gol di Vinetot e Bogliacino nel recupero: inutile il vantaggio di Riccardo Perpetuini. L’anno successivo, quello della promozione in B di Menichini, fu fondamentale lo 0-1 di Via del Mare regalato da Riccardo Colombo. Sulla panchina del Lecce sedeva Alberto Bollini. Alla seconda giornata dello scorso campionato di Serie B, infine, l’ultimo incrocio. Finì 2-2: Mancosu portò avanti il Lecce dopo 4 minuti, poi Riccardo Bocalon fece 1-1 nella ripresa. Luca Castiglia nel recupero riacciuffò i salentini che erano scappati di nuovo con Falco, di seguito il tabellino del match:

TABELLINO LECCE-SALERNITANA 2-2 (02/09/2018)

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Arrigoni, Scavone (33′ st Chiricò); Falco (40 ‘st Venuti); Pettinari, Mancosu. A disp. Bleve, Cosenza, Lepore, Torromino, Haye, Marino, Dubickas, La Mantia, Tabanelli, Armellino. Allenatore: Fabio Liverani.

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Migliorini (7′ st Di Tacchio), Schiavi, Perticone; Casasola, Castiglia, Di Gennaro (33′ st Palumbo), Akpa Akpro, Vitale; Jallow (5′ st Bocalon), Djuric. A disp. Russo, Pucino, Mantovani, Odjer, Anderson D., Vuletich, Gigliotti, Anderson A., Mazzarani. Allenatore: Colantuono

ARBITRO: Sig. Antonio Di Martino di Teramo (Grossi/Mokhtar) IV uomo: Paterna.

Note. Marcatori: 4′ pt Mancosu (L), 26′ st Bocalon (S), 36′ st Falco (L), 45′ st Castiglia (S). Ammoniti: Migliorini (S), Castiglia (S), Vitale (S), Scavone (L), Arrigoni (L). Angoli: 5-2. Recupero: 1’ pt – 4’ st. Al 42′ st allontanato Liverani per proteste. Campo in condizioni mediocri, serata gradevole. Presenti 12675 spettatori (quota abbonati 6851) per un incasso di € 148624,33.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in News