Connect with us

News

Dionisi si tiene il pari: “In dieci non era facile. Punto che dà continuità”

Alessio Dionisi accetta il 2-2 dell’Arechi, analizzando in maniera lucida il match a DAZN: “C’è rammarico, potevamo vincerla. Certamente dopo il rosso c’era il rischio di perderla e andava tenuto il pareggio. La Salernitana ci ha messo in difficoltà sulle palle alte, ma ho avuto l’impressione che potevamo vincerla anche con l’uomo in meno. Un punto che dà continuità. Abbiamo giocato e creato, con un po’ di determinazione in più l’avremmo vinta. L’approccio non è stato dei migliori. Traoré ha grandi qualità nell’uno contro uno, nella conclusione e ha forza nelle gambe. Non deve fermarsi. Dobbiamo essere soddisfatti per la continuità. Però oggi non è semplice non perdere. Siamo stati sia ambiziosi che presuntuosi”.

“Abbiamo approcciato male nei primi 20’, merito della Salernitana e demerito nostro che non abbiamo messo intensità nella qualità del gioco. Siamo stati un po’ superficiali e mi ci metto in primis io perché l’allenatore deve sempre essere il primo responsabile – dice ancora l’allenatore in sala stampa – Muovevamo palla lentamente e davamo alla Salernitana la possibilità di recuperare palla e riattaccarci. Poi abbiamo dimostrato qualità individuali, mentre nel secondo tempo abbiamo dimostrato qualità di squadra, la sensazione da fuori che solo per stanchezza o per distrazione avremmo potuto prendere gol ma in qualsiasi momento potevamo farlo. Abbiamo avuto tante occasioni, siamo una squadra che deve creare, dovevamo essere bravi nel non concederle. Nel secondo tempo anche in dieci abbiamo provato a vincerla. Il rosso a Raspadori? Ha voglia di dimostrare, voleva recuperare palla. L’ho rivista e dico che l’avversario non l’ha neanche toccato, se Giacomo ha sbagliato, anche la valutazione secondo me non è stata giusta. Domenica siamo stati fortunati negli episodi, oggi meno. Peccato non aver vinto avevamo tante possibilità per vincerla e non ci siamo riusciti. Merito anche della Salernitana che ha cercato sempre di riprenderla e di vincerla. Nel secondo tempo è stata un’altra partita, avevamo speso quanto la Salernitana e poi ci siamo ritrovati in inferiorità. Ma in dieci non si è notata la differenza, siamo andati tante volte nell’area di rigore. La prova dei granata? Era un campo difficile e lo sapevamo perché la Salernitana ha fatto una partita vera, spinta anche dal pubblico. Oggi mi aspettavo un po’ di più e volevamo un po’ di più, vuol dire che dobbiamo migliorare nel nostro percorso”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News