Connect with us

Serie B

Covid19 e difficoltà protocollo sanitario: si dimette il primo medico sociale in Serie B

“I medici di Serie B minacciano le dimissioni”. Enrico Castellacci, ex medico della Nazionale e presidente di LAMICA (Libera Associazione Medici Italiani Calcio) lo aveva anticipato ieri (clicca qui per leggere) e puntualmente ecco i fatti: il primo medico sociale del campionato cadetto a dimettersi è il dottor Giuseppe Mazzarella, che per ben 45 anni è stato nei ranghi del Trapani. A darne notizia, il quotidiano Il Giornale di Sicilia. Alla base della scelta, per ora non ufficializzata dalla società isolana, ci sarebbe proprio il disaccordo con il nuovo protocollo sanitario sul Covid-19 che la Figc dovrebbe emanare a breve.

Secondo indiscrezioni venute fuori nei giorni scorsi, infatti, la responsabilità dell’osservanza dei protocolli e anche della salute dei calciatori nei ritiri ricadrebbe tutta sui medici sociali. Impossibile garantire il rischio zero per loro, uniche figure soprattutto in B e C a non avere contratti federali e spesso impegnati anche in altri lavori: c’è chi è medico anche in ospedale, chi è medico di base, chi lavora in ambulatori privati. Insomma, impossibile anche rimanerci nella “bolla sterile” per due settimane insieme al gruppo squadra. L’Inail ha catalogato il contagio da Covid 19 come infortunio sul lavoro: i medici sociali sono direttamente responsabili in questi casi nei confronti di calciatori e staff tecnico. Diverso, invece, il discorso per i dirigenti. Insomma, il dottor Mazzarella apre direttamente la folta schiera dei suoi colleghi in disaccordo con gli stringenti paletti emessi dal CTS.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B