Connect with us

Serie B

Collegio di Garanzia spaccato, Frattini alza la voce. In caso di ripescaggio le 19 di B vanno al Tar

Due giorni e forse si conoscerà il destino della Serie B. Bisogna ancora una volta sottolineare la parola forse, perché questa pazza estate ci ha insegnato che tutto può ancora succedere. Serie B a 19, a 22, addirittura a 24 squadre: il calcio italiano è nel caos e la luce ancora non ha raggiunto l’abisso in cui è caduto il mondo pallonaro nostrano. Venerdì scorso si attendeva una soluzione, invece dalla riunione del collegio giudicante filtrano solo malumori e divisioni. Il collegio ormai è spaccato, si è passato in breve tempo dal confronto allo scontro e la pace sembra irraggiungibile. L’ipotesi più probabile è che alla prossima votazione di martedì si darà vittoria alla maggioranza, vista l’impossibilità di ottenere unanimità. La posizione di Franco Frattini, il presidente del Collegio di Garanzia, è chiara: per Frattini il commissario Fabbricini non aveva il potere di bloccare i ripescaggi, quindi la Serie B si deve allargare. Resta da capire se da 19 si passera a 22 o 24, anche se la seconda ipotesi non è stata ancora discussa. Venerdì Frattini ha alzato la voce, secondo un’indiscrezione rilanciata dalla Gazzetta dello Sport l’ex ministro degli esteri avrebbe anche tirato in ballo la sua “reputazione”. Intanto Siena, Catania, Pro Vercelli, Ternana e Novara aspettano di essere ripescate, chi non avrà il diritto è pronta al ricorso. Come le 19 attualmente già in B che hanno già fatto capire che in caso di ripescaggio anche solo di una squadra sono pronte a fare fronte comune e andare al Tar. Balata trema e rischia di essere il capro espiatorio. Siamo sicuri che martedì si arriverà a una soluzione?

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B