Connect with us

News

Cinismo e sofferenza, la Salernitana riparte: basta Kiyine dal dischetto, espugnata Trapani

LIVE TRAPANI-SALERNITANA 0-1

 

TRAPANI (4-3-3): Carnesecchi; Del Prete, Pagliarulo, Scognamillo, Cauz; Moscati (32′ st Scaglia), Taugourdeau, Colpani (27′ pt Luperini); Nzola, Pettinari, Tulli (35′ st Golfo). A disp. Dini, Stancampiano, Da Silva, Fornasier, Minelli, Candela, Jakimovski, Canino, Aloi. All. Baldini.

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli, Maistro (41′ st Odjer), Di Tacchio, Firenze (39′ st Lopez), Kiyine; Djuric, Giannetti (33′ st Cerci). A disp. Vannucchi, Gondo, Kalombo, Pinto, Dziczek. All. Ventura.

Arbitro: Luca Massimi di Termoli (Cangiano/Berti). IV uomo: Daniele Rutella di Enna.

NOTE. Marcatore: 27′ st Kiyine (S) su rig; Ammoniti: Moscati, Tulli, Scognamillo, Taugourdeau, Luperini (T), Di Tacchio, Maistro (S); Angoli: 4-2; Recupero: 2′ pt – 5′ st; Spettatori: 4337 di cui 123 da Salerno. Espulsi al 15′ st Baldini (T) e Ventura (S) per proteste.

 

Basta il minimo sforzo alla Salernitana per ritrovare i tre punti e riprendere la marcia interrotta lunedì’ all’Arechi con il ko contro il Benevento. Basta il penalty procurato e realizzato da Sofian Kiyine per espugnare Trapani e portare a casa tre punti sofferti ma fondamentali per classifica e morale.

LA CRONACA. Ventura cambia due soli uomini rispetto alla debacle interna nel derby col Benevento. In attacco forzata la rinuncia a Jallow, c’è Djuric accanto a Giannetti. In mezzo al campo il trainer genovese s’affida alla verve di Maistro in luogo dello scialbo Odjer visto all’opera contro i sanniti. Sulla sponda granata siciliana Baldini si gioca la panchina ma non cambia modulo. Trapani disposto col 4-3-3, in avanti c’è Tulli e non Ferretti fermato da un problema fisico nell’imminenza del fischio d’inizio.

Come da copione consolidato al Provinciale in campo c’è un uomo in più a fare la differenza: il vento. Prima chance ospite già al 5′. Giannetti controlla alla perfezione un lancio dalle retrovie, non scatta la trappola dell’offside ma l’ex attaccante del Cagliari si fa recuperare da Scognamillo in chiusura. Il vento penalizza gli uomini di Ventura nel primo tempo sporcando rinvii e uscite. Al 17′ proteste siciliane per un contatto tra Cicerelli e Tulli su cui Massimi fa correre. L’ex Paganese appoggia le mani sull’avversario che accentua la caduta. L’esterno destro granata si fa perdonare pennellando un cross al bacio su cui arrivano con una frazione di secondo di ritardo Djuric prima e Giannetti poi mancando il decisivo impatto con la sfera.

Manovra bene la squadra di Ventura, Cicerelli e Kiyine restano sempre nel vivo del gioco. Tentativo di alleggerimento del marocchino al 24′ che non impensierisce Carnesecchi. Al 27′ Micai rischia la frittata con un rinvio sbagliato sui piedi di Pettinari, ci pensa Karo a sostituirsi al portiere granata intercettando di testa la battuta dell’attaccante siciliano. Prendono fiducia i padroni di casa che, aiutati dal vento, sfiorano il vantaggio al 34′. Il corner calciato da Moscati prende una traiettoria imprevedibile, Micai è sorpreso ma salvato dalla traversa. Sul successivo spiovente, la zuccata del centrocampista siciliano trova solo l’esterno della rete. Finale di prima frazione tutto di marca Trapani. Tulli premia il taglio di Nzola che col sinistro incrocia debolmente, Micai controlla senza affanni.

Si va al riposo sullo 0-0, si torna in campo senza cambi. Approccio fin troppo rilassato della Salernitana, Jaroszynski manda in porta Nzola con un retropassaggio avventato, Micai copre bene il primo palo e sventa tutto. Trapani ancora pericolosissimo al 13′. Tulli taglia a fette la difesa di Ventura e si presenta in posizione centrale per battere a rete, Kiyine lo tampona nel disperato tentativo di ostacolarlo senza prendere il pallone. Massimi fa correre tra le vibranti proteste del Trapani. Gli animi si surriscaldano, ne fanno le spese i due allenatori ed il team manager Avallone spediti anzitempo negli spogliatoi. Il penalty arriva al 71′, ma per la Salernitana. Cross innocuo di Kiyine, Scognamillo allarga il braccio e combina la frittata. Rigore ineccepibile, dal dischetto va Kiyine che impiega non poco prima di riuscire a sistemare il pallone sul dischetto. Rincorsa breve, palla da una parte e portiere dall’altra. Il Trapani accusa il colpo, la Salernitana prova a chiudere i conti. Solita volata di Cicerelli che serve Giannetti con un bel filtrante, azione sventata dal ritorno dei difensori siciliani. Entra Cerci al posto dell’ex Cagliari, Micai intanto respinge di pugno sul mancino violento di Cauz. Ancora il portiere granata si salva alla disperata su corner di Scaglia, pochi secondi e Trapani ancora vicinissimo al gol con Luperini. Ventura rinforza gli ormeggi con Lopez e Odjer in luogo di Firenze e Maistro, proprio il ghanese scalda i guantoni a Carnesecchi. Sull’angolo successivo Kiyine sfiora la doppietta con un sinistro deviato. Sofferenza finale fisiologica nei 5′ di recupero, poi il triplice fischio e l’esplosione di gioia. La Salernitana batte il Trapani e resta nelle zone nobili della classifica. Per quel che può valere ora, a metà settembre. Mercoledì’ di nuovo in campo contro il Chievo: un altro match che dirà tanto sulle ambizioni e sulle potenzialità della squadra.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News