Connect with us

News

Cessione società, oggi proroga della deadline: due mesi per chiudere i giochi

Arriverà nelle prossime ore una nuova comunicazione dei trustee. Trascorso il 30 settembre, i rappresentanti di Melior Trust e Widar Trust, Susanna Isgrò e Paolo Bertoli, comunicheranno le decisione di prorogare il nuovo termine per presentare offerte ufficiali per l’acquisto della Salernitana. Stando a quanto riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, il nuovo termine sarà presumibilmente fissato a metà ottobre. A quel punto potrebbe scattare la gara tra privati, con la vendita definitiva attesa per fine novembre.

Le offerte

Alla pec del trust Salernitana 2021 sono arrivate già due proposte concrete. La prima è quella di un gruppo straniero, la seconda è stata recapitata da una importante finanziaria italiana. Nelle prossime ore potrebbe arrivare la terza proposta di acquisizione, mittente un fondo internazionale. Bisogna tener conto anche di possibili outsider, soggetti interessati che hanno chiesto altro tempo per analizzare la situazione e formulare una eventuale offerta, dato che la Salernitana si trova invischiata anche in diverse cause, tra cui quella al collegio arbitrale della Lega B per la vicenda relativa ad Alessio Cerci.

Il bilancio

Non è stato ancora depositato il bilancio al 30 giugno scorso, documento importante da consultare per un potenziale acquirente. Un ritardo giustificato: il  Decreto Milleproroghe, infatti, concede la possibilità di convocare l’assemblea per l’approvazione dei fino a 180 giorni dopo la chiusura dell’esercizio. In questo caso si tratterebbe di arrivare massimo fino al 27 dicembre, una data eccessivamente vicina alla fine dell’anno e, dunque, inaccessibile alla Salernitana. Che deve fare molto prima. Per questo motivo il generale Ugo Marchetti, amministratore unico del club, che firmerà il bilancio, deve affrettarsi. In tal senso il nuovo direttore amministrativo Luigi Aiudi è al lavoro per accelerare le pratiche.

I tempi

Con scadenza di presentazione offerte al 15 ottobre, immaginando poi la successiva gara tra privati che coinvolgerà a questo punto almeno tre soggetti, se non di più, a patto che le offerte vengano giudicate conformi nella forma e nella sostanza dai trustee, la sensazione è che la vendita definitiva si terrà entro il mese di novembre: tempi tecnici per la gara e relativi rilanci, poi la scrittura dei contratti e la limatura dei dettagli col vincitore e, parallelamente, le verifiche dei requisiti di onorabilità e solidità economica da parte dell’apposita commissione federale. Tutto porterà a chiudere la partita in massimo due mesi.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News