Connect with us

News

Cerci ha già dimenticato Salerno: “Punto più basso in carriera? L’esperienza al Milan”

cerci

Parla di tutto, tranne che della sua ultima esperienza con la Salernitana. Da Arezzo, dove ha firmato un triennale proprio per rilanciarsi dopo tante annate da dimenticare, Alessio Cerci ha analizzato a trecentosessanta gradi la sua carriera calcistica e non solo: “Ho scelto Arezzo per rinascere. Mi sono sentito fortemente voluto e questo per un calciatore è importante. Qui posso dare il mio contributo, sia in campo che nello spogliatoio. In questi ultimi anni mi sono divertito poco ed è ciò che voglio ritrovare ad Arezzo: accarezzare la palla, la giocata, ridere e scherzare con i compagni per creare un gruppo coeso”. L’ex Milan, dalle colonne del Corriere Fiorentino, ha motivato così la decisione di scendere in Serie C, poi un excursus anche su Ventura e su qualche esperienza poco fortunata: “Con il mister ho espresso il mio talento quasi al cento per cento, sia a Pisa sia al Torino. Il mio momento più alto è stato in Nazionale e col Torino, giocavo bene, molti club mi cercavano e in quei momenti ti senti invincibile. Il più basso al Milan, scelta sbagliata e forzata perché all’Atletico Madrid giocavo poco. L’unica cosa che non rifarei è andare via da Torino nell’ultimo giorno di mercato. Ma quando succedono quelle cose la responsabilità non è solo del giocatore”. Nessun riferimento, da parte del classe ’87, all’esperienza di Salerno dello scorso anno, a simboleggiare quindi un feeling mai scoccato con la piazza, con i compagni e forse neanche col mentore Ventura. L’annata con la Salernitana di Cerci è stata segnata infatti dai problemi fisici che gli hanno fatto racimolare appena dieci presenze, impedendogli di essere quel leader tecnico che tutti auspicavano.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News