Connect with us

News

Castori sfida i tabù: negli ultimi anni pesanti ko dopo la seconda sosta. Nel 2008…

Mancano tre giorni alla sfida con la Cremonese e la Salernitana è chiamata a sfatare un doppio tabù. Non solo quello relativo all’arbitro Ros di Pordenone designato per la partita in programma lunedì sera (con lui i granata non hanno mai vinto, clicca qui per leggere l’articolo) ma soprattutto quello legato al ritorno dalla sosta.

Come accaduto già nelle due precedenti stagioni, la Salernitana si presenterà al primo appuntamento dopo la seconda sosta per le Nazionali con una invidiabile posizione. I tre punti assegnati dal Giudice Sportivo per la partita non giocata con la Reggiana hanno portato l’ippocampo al secondo posto (clicca qui per leggere l’articolo) e vincere lunedì consentirebbe a Di Tacchio e soci di assestarsi ulteriormente nelle zone alte della classifica.

Negli ultimi anni però il ritorno in campo dopo la seconda sosta è stato spesso traumatico per i colori granata. Lo scorso anno, dopo aver raccolto 14 punti nelle prime 7 partite (proprio come quest’anni) la squadra di Ventura perse a Venezia con un gol dell’ex Bocalon. Poi pareggiò col Perugia e perse a Pisa, ritrovando il successo il 2 novembre con la Virtus Entella.

L’anno prima, con Colantuono in panchina, i granata partirono altrettanto bene arrivando all’ottava giornata con 10 punti: dopo la seconda sosta i granata vinsero contro il Perugia ma pagarono caro il turno di riposo forzato alla 12esima giornata per via del campionato a 19 squadre: dopo il weekend del 10 novembre, la Salernitana incassò tre sconfitte di fila contro Cittadella, Brescia e Carpi prima dell’addio di Colantuono e l’arrivo di Gregucci col quale si tornò alla vittoria contro il Foggia il 23 dicembre.

Non ci fu sosta ma fu difficile il periodo iniziato a fine novembre per la Salernitana di Bollini nella stagione 2017/2018: dal 25 novembre al 9 dicembre arrivarono due sconfitte (ancora con Cittadella e Brescia) e poi il pareggio interno col Perugia che costò l’esonero al tecnico di Poggio Rusco.

L’ottava giornata della stagione 2016/2017 invece combaciò con una delle partite più belle dell’era Lotito-Mezzaroma: il 9 ottobre del 2016 la Salernitana reduce dal ko di Ferrara superò per 2-1 il Benevento all’Arechi, con reti di Della Rocca e Luiz Felipe. All’ottava giornata del primo campionato di B con la proprietà romana invece arrivò la sconfitta di misura a Chiavari con i granata di Torrente che tornarono al successo solo a metà novembre (era la tredicesima giornata) all’Arechi contro il Novara.

Arriviamo infine alla stagione 2008/2009 quando la Salernitana di Castori arrivò all’ottava giornata con 14 punti all’attivo e perse in casa con l’Empoli interrompendo un inizio di stagione da neopromossa quasi perfetto. Un motivo in più per battere la Cremonese e invertire il trend negativo.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News