Connect with us

News

Castori: “Punto fa morale. Guardo al futuro, ora siamo vivi. Critiche? Me ne frego”

La Salernitana si è complicata la vita da sola, poi ha reagito alla sua maniera. Ma la Serie A è difficile già di suo e determinati errori – proprio da una squadra che dovrebbe fare della difesa il suo punto forte ed invece sono già 14 le reti subite nelle prime cinque giornate. Almeno arriva il primo punto.

“Abbiamo recuperato una partita giocando con grandissima intensità e cuore, con la voglia tipica di una squadra che non voleva perdere, sarebbe stato ingiusto farlo. Ma abbiamo fatto un punto, la salvezza è a due e siamo appena all’inizio. ero convinto che l’avremmo ripresa, anzi potevamo anche vincere con un pizzico di fortuna in più. Per me il ritmo è fondamentale e lo stiamo pian piano trovando.le parole di Fabrizio Castori a fine gara ai microfoni DAZN – Abbiamo confermato la bella prova contro l’Atalanta, questo è indice di crescita. Ci siamo assestati su livelli più alti rispetto alle prime gare, siamo sulla strada giusta. A livello di morale questo punto sposta molto perché la quinta sconfitta sarebbe stata difficile da digerire. Io guardo al futuro, non conto le prime partite, non eravamo noi. La squadra ha cominciato a essere una squadra vera con l’Atalanta. Abbiamo cambiato modulo di gioco, ora abbiamo più capacità offensiva con i tre davanti. Dobbiamo migliorare ancora alcuni automatismi e scivolate in difesa o sulla linea mediana, sono state fatte tante cose buone, dobbiamo essere fiduciosi. Paghi inevitabilmente lo scotto quando sei matricola, siamo al completo solo da due partite. Non voglio trovare scuse, di certo con il nuovo atteggiamento tattico e con il completamento della rosa si sta esprimendo molto meglio, non ci resta che continuare così e miglioreremo certamente”. 

Castori prosegue e guarda il bicchiere mezzo pieno e della reazione soprattutto mentale della sua squadra: “Sono molto soddisfatto della prestazione, dopo 4 sconfitte andare sotto al pronti via una squadra che non è forte mentalmente può crollare, invece ci abbiamo creduto e siamo rimasti sempre in partita. Abbiamo allungato anche la tenuta fisica e atletica rispetto alla precedente partita, sono tutti segnali estremamente positivi. Normale che ci siano ancora degli errori, dobbiamo correggere qualcosa anche in fase di non possesso, però siamo diventati anche più pericolosi. La coperta se la tiri da una parte, la scopri dall’altra. Abbiamo preso il primo gol schierati e il secondo in contropiede, questo non va bene. Qualcosa concediamo, abbiamo giocato poco insieme ma gli errori vanno analizzati e corretti. Di contro, abbiamo aumentato il possesso palla nella metà campo avversaria. I ragazzi sono stati molto bravi: hanno assistito Ribéry che ha fatto la sua partita nella metà campo avversaria, hanno creato un vestito apposta per lui che è un giocatore particolare per farlo rendere al meglio”.

Voci e critiche sull’operato dell’allenatore hanno iniziato a crearsi dopo le prime tre partite. Il trainer non ci pensa: “Le pressioni mi scivolano addosso, non me ne frega niente. Guardo a quello che devo fare in campo e al lavoro settimanale, non mi faccio togliere energie da cose che non sono mie. La squadra crede in quello che fa, evidentemente mi segue, sa cosa deve fare in campo e ha capito dove può arrivare: le mie squadre di solito escono alla distanza, lo stiamo dimostrando adesso, poi si può continuare a fare tutto il terrorismo che si vuole, ma a me non importa nulla. Mantengo lucidità e la mia fermezza sulle cose che devo fare, cerco di non trasferire distrazioni ai ragazzi”.

Finale su Gondo: “Lo conosco bene, è stato con noi l’anno scorso, si abbina bene a tutti gli altri attaccanti per le caratteristiche che ha. Quando è arrivato era molto allenato, gli mancava solo la partita e in queste due gare ha fatto molto bene, ha dato la profondità che in un momento come questo serviva. Conosce bene il nostro calcio e lo interpreta alla grande. Anche sotto l’aspetto qualitativo abbiamo fatto un’ottima partita”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News