Connect with us

WebTV

Caldirola senza paura: “Salernitana diversa dall’ultima volta, ma noi siamo forti. Jallow-Giannetti da non sottovalutare”

Dopo un lungo periodo di inattività ha lasciato la Germania e il Werder Brema e ha scelto l’Italia (di ritorno sei anni dopo), la Serie B e il Benevento per rilanciarsi: da inizio anno Luca Caldirola è un punto fermo dei giallorossi, con Bucchi prima e con Inzaghi adesso. Il difensore ha parlato in conferenza prepartita in avvicinamento al big match di lunedì sera. Il classe ’91 si sofferma sulla sua crescita e sulle differenze tra la Salernitana incontrata nell’ultimo faccia a faccia e quella attuale, senza sminuire i valori di squadra: “Ogni settimana proviamo qualcosa, vogliamo fare la nostra partita. I derby di preparano da soli, non vediamo l’ora di giocarlo. Ho esordito all’Arechi, in sei mesi ho conosciuto società, ambiente e compagni. Mi sono perfettamente integrato con tutti, sicuramente sono più maturo rispetto al mio arrivo. Tutti erano scettici su di me, dato il lungo stop e perché venivo dall’estero. Io mi alleno e cerco di dimostrare sul campo quanto valgo. Mi sono guadagnato il mio spazio e credo di essere un esempio per i giovani. Quando arrivai c’era una squadra che aveva alti e bassi e qualche timore, quest’anno siamo diversi. Col Pisa è stata particolare, col Cittadella abbiamo dimostrato di poter fare un bel percorso. La Salernitana è completamente diversa dallo scorso anno, ha un allenatore dal grande curriculum, ha comprato giocatori importanti e ha belle individualità. Il pubblico sarà una spinta per loro, ma anche e per noi. Ci concentriamo in primis su di noi, siamo forti. Lunedì sarà difficile, ma conosciamo il nostro potenziale e sappiamo di poterla vincere”. Caldirola non dimentica le difficoltà di un torneo sempre imprevedibile: “La B è lunga e particolare, quest’anno sarà più complicato, tante le squadre attrezzate, sulla carta ci sono 6/7 da alta classifica”. Lo stopper poi sottolinea l’importanza della fase difensiva, senza sottovalutare la coppia granata Jallow-Giannetti: “Le difese vincono i campionati, avere continuità nel giocare insieme è un lusso. Ci conosciamo bene noi quattro e possiamo dare sicurezza agli altri reparti. La Salernitana ha ottimi attaccanti che meritano un occhio di riguardo, giocano in profondità e sono rapidi; ci abbiamo lavorato su questo aspetto. Integrarsi con le idee del nuovo mister non è semplice. Col Monza è stata particolare, abbiamo creato tanto ma subìto altrettanto. Abbiamo però capito gli errori e li stiamo riducendo man mano”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement
Advertisement

Altre news in WebTV