Connect with us

News

Calcio fermo, ripresa in dubbio: club di B in pressing per un accordo sugli stipendi

figc

Sono giorni di attesa e dubbi per il calcio italiano, alle prese con l’emergenza Coronavirus e con la gestione dei campionati. Nelle ultime ore ha preso quota l’ipotesi dell’annullamento dei campionati, con il pallone che tornerebbe a rotolare in estate per la stagione 2020/2021.

Se i campionati dovessero dunque essere annullati, ci sarebbero due problemi da affrontare: in primis quello degli eventuali ricorsi di qualche club “deluso” per la decisione della Federcalcio. In secondo luogo ci sarebbe da affrontare il tema stipendi dato che, da contratto, i calciatori vengono pagati fino al 30 giugno. Stipendi che dunque potrebbero essere tagliati  in modo da aiutare le società ad affrontare questo periodo di stop anche dal punto di vista degli incassi.

Martedì si terrà un nuovo tavolo tecnico dei responsabili sanitari e la Lega B attende novità su questo fronte. Novità attese anche dalle trattative con l’Assocalciatori: lunedì l’Aic si riunirà per poi scambiare le proposte di riduzione degli ingaggi con le varie Leghe prima di arrivare ad un accordo. I calciatori sono disposti a rinunciare a qualche mensilità a patto che ogni componente del sistema faccia la sua parte. C’è inoltre la possibilità che si cerchino accordi con i singoli club.

Da questo punto di vista la Salernitana ha saldato le spettanze dei mesi di gennaio e febbraio ed entro il prossimo 222 giugno sarà chiamata a saldare il trimestre marzo-aprile-maggio. Un pagamento che, ovviamente, in questo momento resta in standby. Nelle scorse ore la Federcalcio ha proposto al Governo di indire lo stato di crisi del calcio, richiedendo anche l’estensione della cassa integrazione e contratti di solidarietà per quei lavoratori di Serie B e Serie C che guadagnano meno di 50mila euro lordi all’anno (clicca qui per i dettagli). In casa Salernitana c’è una manciata di atleti potenzialmente interessati.

La Figc, inoltre, ha chiesto anche la proroga delle concessioni d’uso di impianti sportivi e la sospensione dei canoni di locazione e anche in questo contesto la Salernitana è interessata. Il prossimo 30 giugno scadrà la convenzione con il Comune di Salerno per l’utilizzo dell’Arechi e del Volpe e fino a questo momento non c’è stato il rinnovo dell’accordo. La Federcalcio ha chiesto il prolungamento d’ufficio fino al 2021 di questi accordi.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News